Il libro The Wakanda Files descrive le varie funzioni dell’armatura Iron Spider costruita da Tony Stark/Iron Man per Peter Parker.

Questo mese è stato pubblicato in America il volume da collezione The Wakanda Files: A Technological Exploration of the Avengers and Beyond, un libro canonico con l’Universo Cinematografico Marvel contenente una serie di documenti, articoli, progetti e note accumulati da Shuri (Letitia Wright). Dopo aver svelato la formula per le ragnatele dell’arrampicamuri interpretato da Tom Holland, un estratto del libro pubblicato online ci illustra le molteplici funzionalità dell’armatura Iron Spider.

Nella sezione del libro dedicata alla tecnologia Stark è presente quella che è stata definita come “un’ortografica concettuale per il costume aggiornato di Spider-Man” che ci permette di conoscere nel dettaglio le numerose funzioni della Iron Spider, l’armatura costruita da Tony Stark/Iron Man per Peter Parker vista in Spider-Man: Homecoming, Avengers: Infinity War, Avengers: Endgame e Spider-Man: Far From Home:

• “Maschera nanotecnologica e HUD (si ritrae nel colletto).

• “Lenti olografiche fotosensibili di ultima generazione con l’intelligenza artificiale F.R.I.D.A.Y. integrata.

• “Due lanciaragnatele rinforzati e indossabili ai polsi.

• “Guanti e calzari di sostegno per rafforzare la naturale abilità adesiva di Parker.

• “Display visivo: un’apertura meccanicizzata che lo aiuti a concentrarsi e a controllare il suo input dovrebbe dargli una mano ad isolare rapidamente gli oggetti nella sua profondità di campo e ad aprire la sua visione notturna. Già che ci siamo, potremmo aggiungere anche un HUD e un’interfaccia utente a guida vocale.

• “Sistema di supporto vitale e apparato respiratorio per ambienti con carenza di ossigeno.

• “Il sistema integrato di auto-ricarica dei lanciaragnatele limita o elimina del tutto la necessità di ricaricare le cartucce.

• “La nanotecnologia reattiva ‘autorigenerante’ ripara i danni minori all’integrità strutturale della tuta.

• “Le ragnatele sono calde. Meglio non toccare una cosa con quella composizione chimica. Anzi, facciamo in modo che la sua tuta esegua delle analisi quanto più possibile.

• “Giunture iper-estensive e riflessive.

• “Tarso e artiglio per mobilità aggiunta e ancoraggio.

Iron Spider

Le note presenti nella pagina successiva, inoltre, hanno confermato che Tony si è ispirato all’armatura di Darren Cross/Calabrone (Corey Stoll) per le braccia meccaniche della Iron Spider:

“Una volta che avrà capito come funzionano gli aggiornamenti, gli daremo una mano? O quattro. Se gli dessimo della braccia nanotecnologiche che gli escono dalla schiena, ciò potrebbe salvaguardarlo dalle cadute, una specie di meccanismo di difesa. Non esagereremo come [Darren] Cross ha fatto con la tuta del Calabrone, ma potrebbe essere un tocco divertente.”

“Collauderò un prototipo e lo mostrerò al ragazzo. È solo un piccolo incentivo per farlo rigare dritto, se mai volesse diventare un Avenger.”

Spider-Man Iron Spider

Ricordiamo che Spider-Man 3, diretto ancora una volta da Jon Watts e scritto da Erik Sommers e Chris McKenna (Spider-Man: Homecoming, Spider-Man: Far From Home), è previsto per il 17 dicembre 2021 e vedrà nel cast Tom Holland (Peter Parker/Spider-Man), Benedict Cumberbatch (Stephen Strange/Doctor Strange), Jamie Foxx (Max Dillon/Electro), Zendaya (Michelle “MJ” Jones), Jacob Batalon (Ned Leeds), Tony Revolori (Flash Thompson) e Marisa Tomei (Zia May).

Spider-Man Iron Spider

SINOSSI
Peter Parker ritorna in Spider-Man: Far From Home, il secondo capitolo della saga iniziata con Spider-Man: Homecoming! Il nostro amichevole supereroe di quartiere decide di concedersi una vacanza in Europa con i suoi migliori amici Ned, MJ e il resto della gang. I piani di Peter di lasciarsi la carriera supereroistica alle spalle per qualche settimana verranno messi a repentaglio nel momento in cui accetterà, a malincuore, di aiutare Nick Fury a svelare il mistero che si cela dietro gli attacchi di alcune creature elementali che stanno scatenando il panico in tutto il continente.

Fonte