Il regista dell’attuale saga cinematografica dedicata a Spider-Man ed il regista della prima saga dedicata al personaggio, commentano la famosa scena del film. Vi avvisiamo che questo articolo contiene SPOILER sulla suddetta scena.

Spider-Man: Far From Home ha ricevuto un’ottima accoglienza sia da parte di pubblico critica, ed in particolare la prima delle due scene post-credits ha suscitato un grandissimo scalpore. Ci teniamo però ad avvisarci che questo articolo contiene SPOILER sulla scene e quindi vi sconsigliamo di leggerlo se non l’avete già vista.


Ebbene in questo particolare momento del film, non solo l’identità del nostro amichevole Arrampicamuri del Marvel Cinematic Universe viene svelata al mondo, ma l’atto viene perpetrato da niente meno che J. Jonah Jameson, interpretato nuovamente da J.K. Simmons, lo stesso attore che ha dato vita al personaggio nella prima storica trilogia di Sam Raimi.

Ebbene non poteva mancare il commento del regista del film Jon Watts, ma in separata sede, Raimi, ha anche lui detto la sua.

Il commento di Watts è stato il seguente:

Sapevamo che avremmo rivelato l’identità di Spider-Man alla fine del film e che sarebbe accaduto in qualche modo attraverso i media. E poi abbiamo iniziato a parlare di quali sono i media principali nei fumetti di Spider-Man, ed è sempre stato il Daily Bugle. Ci siamo chiesti “come potrebbe essere ora il Daily Bugle?”. E poi abbiamo iniziato a parlare di J. Jonah Jameson, ed eravamo… doveva essere per forza lui. Non c’è mai stata alcuna discussione sul fatto che potesse essere qualcun altro. Doveva essere J.K. Simmons. La domanda era semplice: sarebbe disposto a farlo?

Così abbiamo aspettato fino all’ultimo secondo e l’abbiamo chiamato, lui è venuto da noi e la sua reazione è stata: “Aspetta, cosa? Vuoi che io faccia cosa?” Gli ci è voluto un secondo per capire, ma quando gli abbiamo proposto l’idea era totalmente a bordo e ha adorato essere la persona che finalmente smaschera Peter Parker.

Ho pensato che fosse un bel parallelismo con quello che succede alla fine di Iron Man, in Far from Home in molti chiedono a Peter “sarai il prossimo Iron Man?”. Lui prende la decisione di non diventare il prossimo Iron Man, ma il primo Spider-Man…ma essendo Peter Parker, nulla va secondo i piani. Abbiamo scelto di invertire la situazione – Tony sceglie di rivelarsi al mondo intero. In questo caso invece è Mysterio a rivelare il più grande segreto di Peter.

Da una parte è stata una scelta di Tony, dall’altra si è andati contro la volontà di Peter. Questa è la differenza. Ora Peter dovrà affrontare una sfida che non proviene dai Vendicatori, come Civil War, Infinity War e Endgame…è tutta basata su di lui.

E come detto ad inizio articolo, non è mancato ad arrivare il commento di colui che diede inizio alla vita dell’Uomo Ragno al cinema: Sam Raimi. Regista con cui ovviamente debuttò Simmons nel ruolo di Jameson e che ha dato il suo commento in un’intervista per il film Crawl di cui è stato produttore. Ed alla domanda se sul fosse consapevole del cameo, la sua risposta è stata la seguente:

Si, lo sapevo. J.K. mi ha chiamato e mi ha detto “Ehi, stiamo discutendo di farmi reinterpretare il mio vecchio ruolo, cosa ne pensi?” ed ho risposto che aveva la mia più completa benedizione, perché amo Spider-Man, amo J.K. nel ruolo e amerei vederne ancora di più.

In seguito al regista è stata raccontata la reazione estremamente entusiasta del pubblico, ed è risultato genuinamente sorpreso. In un segmento non presente nel video ha però rivelato di non aver ancora potuto vedere Spider-Man: Far From Home, aggiungendo però che spera di farlo il prima possibile e che ha visto ogni film uscito dopo la sua saga, vista la sua grande passione per il personaggio.