In vista dell’imminente uscita di Spider-Man: Far From Home, fissata per il 10 luglio in Italia, vi proponiamo un approfondimento su Quentin Beck/Mysterio, una delle celebri nemesi di Spider-Man che (almeno apparentemente) sarà un suo alleato nel film.

Spider-Man: Far From Home è ormai prossimo all’uscita nelle sale cinematografiche italiane e, come giusto che sia, è bene focalizzare la nostra attenzione su alcune tra le novità più attese che, ne sono certo, faranno impennare di molto l’asticella della qualità della pellicola. Di cosa sto parlando? Ovviamente di Mysterio, una delle nemesi dell’amichevole arrampicamuri di quartiere più enigmatiche e, allo stesso tempo, più apprezzate dai fan di lunga data dell’opera cartacea ideata da Stan Lee e Steve Ditko nel lontano 1962.

Le origini e la storia di Mysterio

Sebbene in molti abbiano assunto l’identità del personaggio, facendo massimo riferimento anche al nuovo film targato Marvel Studios, parleremo esclusivamente della figura di Quentin Beck. Proprio lui, nel lontano 1964, prende le luci della ribalta in Amazing Spider-Man #13 mettendo in notevole difficoltà Peter Parker che, inizialmente, non riuscirà in alcun modo a comprendere questo nuovo personaggio dalle fattezze e dalle abilità tanto ignote quanto pericolose.

Stiamo parlando di superpoteri di origine umana/mutante o di chissà quale pianeta alieno? Macchè, il buon Mysterio sin dal suo esordio ha da sempre sfruttato il suo ingegno e, soprattutto, le sue formidabili conoscenze nel campo degli effetti scenografici per il teatro e per il cinema tanto da volere, a più riprese, avere la meglio sul proprio avversario non solo nel mero termine dello scontro fisico bensì anche sotto l’aspetto della spettacolarità. Non è il classico villain tutto muscoli e niente cervello, Beck ha sempre trovato ispirazione nella ricerca massima dell’effetto sorpresa per raggiungere l’obiettivo designato: eliminare Spider-Man.

La peculiarità, che personalmente adoro, di Mysterio è quella di giocare con le paure più recondite di ciascun uomo e, attraverso illusioni al costante limite tra realtà e fantasia, far breccia all’interno di esso condannandolo a dicotomici momenti per la propria mente. A tal proposito è utile menzionare come, attraverso queste tecniche, Quentin Beck sia riuscito a far credere a Peter Parker di avere un alter ego malvagio mandandolo, come facilmente intuibile, in piena crisi interiore.

Mysterio è stato parte integrante, sin dal principio, de I Sinistri Sei (storico gruppo, capeggiato dal Dr. Octopus, comprendente alcuni tra i nemici più ostici e celebri di Spidey) fino a un lento declino editoriale che, nel corso delle ultimi decadi, ha portato il personaggio di Quentin Beck a divenire, inspiegabilmente, fin troppo marginale: una scelta che non rende giustizia a una figura del genere di cui, perdonatemi se lo affermo in maniera così diretta, avrà la sua rivincita in Spider-Man: Far From Home. Il grande pubblico lo acclamerà, lo sottoscrivo per bene in questo articolo.

Cosa leggere su Mysterio

Su Comics Universe diamo sempre molta attenzione anche al lato cartaceo e, quindi, vi do qualche piccolo suggerimento per recuperare alcuni tra i cicli narrativi più emozionanti e magistrali con protagonista l’iconica figura dall’elmetto a forma di sfera di cristallo (piccola nota: il materiale di quest’ultima è lo stesso utilizzato da Peter Parker per le lenti della sua maschera. Ottimo per vedere all’esterno in maniera nitida e, allo stesso tempo, tenere celata la propria identità segreta). Ecco un rapido elenco, prendete carta e penna:

  • Il Diavolo Custode: già, non sempre Spidey è stato l’unico bersaglio di Mysterio. Quentin Back infatti, resosi conto di essere gravemente ammalato di cancro a causa dell’eccessivo abuso dei malevoli strumenti illusori, vuole chiudere il sipario della propria vita con un’ultima, magistrale opera: prendere la vita di Daredevil. Non dico altro per non farvi perdere l’interesse e stupore in sede di lettura, sappiate soltanto che sto parlando di una delle storie più “intense” che ricordi.
  • Old Man Logan: protagonista indiretto di una realtà alternativa, Mysterio riesce abilmente a manipolare la mente di Wolverine e costringerlo, brutalmente, a compiere una efferata mattanza all’interno della scuola per mutanti di Charles Xavier. Questo enorme fardello tartasserà per tutta l’esistenza Logan.
  • La versione Ultimate: fino a pochi anni fa la Casa delle Idee proponeva ai propri lettori una versione decisamente rivisitata di alcuni tra i suoi più iconici personaggi, questo era chiamato “Universo Ultimate”. Fusosi di recente, ormai è assai arduo reperire albi di lunga data come quello che vi sto per citare ma, fidatevi, ne varrà la pena. Parlo precisamente di Ultimate Spider-Man #68 dove Mysterio, sfruttando delle doti ancora più affinate e potenti del solito, è riuscito a creare un assassino robot pronto a far a pezzi Spidey.

Vi consigliamo inoltre l’albo Spider-Man vs. Mysterio pubblicato recentemente da Panini Comics (qui la nostra recensione), che include diverse saghe memorabili – tranne la sua prima comparsa nell’universo Marvel.

Jack Gillenhall, il Mysterio del Marvel Cinematic Universe

I Marvel Studios sono pronti a presentare la propria versione di Mysterio, peccato non poter avere confronti cinematografici con quella di Sam Raimi (ormai non è più un segreto ma è bene ricordarlo, nel possibile Spider-Man 4 sarebbe sicuramente apparso Quentin Beck).

Cosa sappiamo di questo personaggio presente in Far From Home? Al momento, e scusatemi se è poco, solamente la provenienza da una realtà alternativa che, come ben intuito dai fatti e dai postumi di Avengers: Endgame, vedrà l’introduzione ufficiale del concetto di Multiverso all’interno della timeline del Marvel Cinematic Universe. Una questione decisamente delicata che, ne sono certo, verrà “abbozzata” a grandi linee attraverso quella pellicola spartiacque tra la Fase 3 e la Fase 4.

Mysterio sarà realmente buono oppure, come suo marchio di fabbrica, ha illuso tutti celando il proprio reale intento? Questo e molti altri quesiti, spero, avranno una soluzione tra pochissimi giorni. Vi ricordiamo infine che Spider-Man: Far From Home arriverà nelle sale cinematografiche italiane a partire dal prossimo 10 luglio.

Rimanete costantemente connessi sulle pagine di Comics Universe per ulteriori approfondimenti in merito e, ovviamente, per la nostra consueta e imperdibile recensione.