Il produttore di Spider-Man: Across the Spider-Verse ha confermato che il film avrà sei stili di animazione diversi!

Nel 2018 Spider-Man: Un Nuovo Universo è stato consacrato all’unanimità dai fan come il miglior lungometraggio dedicato al Tessiragnatele non solo per la rivoluzionaria tecnica di animazione brevettata dalla Sony Pictures Animation ma anche per l’amore che gli sceneggiatori e i registi della pellicola nutrono per il personaggio, aggiudicandosi un Golden Globe e un Premio Oscar per il Miglior film d’animazione. Il sequel, previsto inizialmente per l’8 aprile del 2022 e in seguito posticipato al 7 ottobre 2022 e poi al 2 giugno 2023, è stato presentato durante il CCXP Experience, accompagnato dal titolo ufficiale: Spider-Man: Across the Spider-Verse. Inoltre, a sorpresa, questo film sarà diviso in due parti e entrambe saranno ambientate in svariati universi alternativi.

Nel corso di un’intervista con Empire Magazine, il produttore Phil Lord ha parlato dell’estetica di Spider-Man: Across the Spider-Verse, confermando che questo nuovo film avrà ben sei stili di animazione diversi:

Il primo film aveva uno stile di animazione che domina il film. Questo film ne ha sei. Quindi abbiamo preso quegli strumenti, abbiamo aggiunto tutte le cose che abbiamo imparato realizzando ‘I Mitchell contro le macchine’, e li stiamo facendo crescere ulteriormente per accogliere l’ambizione di questo film, ossia stupire ogni volta che si entra in un nuovo ambiente assicurandoci che lo stile del film rifletta la storia e che le immagini siano guidate dai sentimenti piuttosto che un progetto artistico con la testa d’uovo. Cosa che comunque è ugualmente!”