Spider-Man 4

Spider-Man 4 uscirà nel 2024? Il film è in sviluppo attivo e Tom Holland ha firmato secondo gli ultimi RUMOR!

Online nuovi rumor sull’uscita di Spider-Man 4, l’ennesimo capitolo dell’Uomo Ragno di Tom Holland ambientato nel MCU.

Dopo l’uscita di Spider-Man: No Way Home, il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige e la produttrice Amy Pascal hanno discusso del futuro dell’Uomo Ragno, confermando ufficialmente che il quarto film si trova in fase di sviluppo. Al momento non è stato stretto ancora un accordo con Tom Holland per la nuova trilogia, in quanto l’attore sta negoziando il nuovo contratto con la Sony grazie al quale riceverà un netto aumento rispetto al passato.

Al momento non ci sono ancora dettagli in merito al progetto e, almeno ufficialmente, Tom Holland non ha ancora firmato il suo contratto.

Nonostante ciò, secondo svariati rumor, effettivamente l’attore ha firmato in gran segreto con Sony, che è pronta all’annuncio ufficiale del progetto. Come spiegato da Murphy’s Multiverse, Tom Smith (che gestisce un podcast a tema Marvel e che ha rivelato spesso informazioni corrette) sostiene che il film si trova in fase di sviluppo attivo, con l’obiettivo di girarlo nel 2023 e farlo uscire a luglio del 2024.

L’obiettivo è girare nel 2023 per farlo uscire nell’estate del 2024. Questo è stato già riportato da The Cosmic Circus. Sony sta lavorando già alla storia ed alla sceneggiatura sin dall’uscita di No Way Home e, non appena sceglierà il regista, dovrebbe essere pronta a girare.

Questo si ricollega ad un altro rumor – questa volta di The Cosmic Circus – secondo il quale  Marvel Studios e Sony voglio far uscire il film proprio a 12 luglio del 2024, ma naturalmente non ci sono conferme in merito.

Inoltre, anche secondo questa fonte, Tom Holland ha firmato il suo contratto per tornare nei panni dell’Uomo Ragno.

Sfortunatamente Sony non sarà presente al CCXP (che partirà proprio giovedì), quindi presumibilmente un annuncio ufficiale arriverà online soltanto tramite le trades, ovvero i grandi siti di informazione statunitensi.

Fonte