Simon Pegg (Hot Fuzz, Star Trek) ha spiegato per quale motivo non ha fretta di entrare nel Marvel Cinematic Universe.

Negli ultimi quattordici anni il Marvel Cinematic Universe ha dimostrato di essere non solo uno dei franchise più redditizi della storia ma anche uno dei più lungimiranti. Sin dal primo Iron Man (2008), infatti, i Marvel Studios hanno ripetutamente stretto contratti a lungo termine con gli attori e le attrici dei propri progetti – basti pensare che Chris Evans e Samuel L. Jackson hanno firmato rispettivamente per sei e nove film – ma, dallo scorso anno, la compagnia ha deciso di cambiare la propria strategia aziendale.

Nel corso di un’intervista con Newsweek, Simon Pegg, noto per aver co-scritto e recitato nella cosiddetta Trilogia del Cornetto di Edgar Wright, ha parlato della sua esperienza sul franchise di Mission: Impossible e della possibilità di entrare nel Marvel Cinematic Universe. Dopo aver ammesso di essere intenzionato a partecipare a film più maturi in futuro, l’attore ha spiegato per quale motivo non ha alcuna fretta di avere un ruolo nell’universo dei Marvel Studios:

Vorrei fare delle più cose mature in futuro. Penso che Mission Impossible sia un franchise molto maturo. Penso sia un franchise, rivolto meno ai bambini cresciuti e più agli adulti. Ma vorrei fare qualcosa di più drammatico. Non ho alcuna fretta di entrare nell’MCU o cose del genere. Sento di voler essere un po’ più libero. Partecipi a quelle cose e poi sei legato a loro per anni, e questa cosa può essere un po’ vincolante.”

Simon Pegg MCU