Il regista ha voluto spiegare che questo film non sarà l’ultimo per via dell’accordo Disney/Fox.

Si avvicina sempre di più l’uscita di X-Men: Dark Phoenix, ultimo film della saga e targato Fox, prima di assistere al reboot targato Marvel Studios.

Molti hanno definito questo film l’ultimo della saga sui Mutanti targata Fox per via dell’accordo con Disney, che secondo diverse fonti opterà per un reboot, ma in una recente intervista il regista Simon Kinberg ha voluto smentire queste voci, spiegando che il film è stato concepito fin dall’inizio come l’ultimo:

“Sin dall’inizio, da quando ho iniziato a scriverlo, e stiamo parlando di tre anni fa, ancor prima dell’acquisizione della Disney, ho sempre visto Dark Phoenix come la conclusione naturale conclusione di questa serie. Il film sarà veramente il culmine di questa saga, e per me, come per molti fan, la run della Fenice Nera è la miglior storia sugli X-Men e quindi non potevo finire la saga se non in questo modo. Speriamo di averlo fatto nel migliore dei modi. Abbiamo creato una sorta di finale ma anche un possibile nuovo inizio.

Curiosamente, lo stesso Kinberg lo scorso anno ha spiegato che il film avrebbe segnato l’inizio di una nuova saga. Sono cambiati i piani nel frattempo?

A sostenere le parole del regista ci ha pensato anche il produttore del film, Hutch Parker:

Volevamo completare la saga in maneira emotiva.Abbiamo preso alcune decisioni su cui non potremo più tornare indietro come alcune morti, alcune scelte ben precise. Sarà una sorta di naturale conclusione di tutto.

 

Fonte