L’accordo tra le due major cinematografiche per l’inserimento dell’Uomo Ragno nel Marvel Cinematic Universe si è concluso, quale sarà il suo futuro?

Nel 2016 Spider-Man ha fatto il suo debutto nel Marvel Cinematic Universe, con uno storico accordo tra Disney e Sony per l’utilizzo del personaggio, ma già da allora l’accordo non è mai stato dato come definitivo.

Spesso e volentieri sono stati fatti commenti da Amy Pascal, la quale ai tempi lavorava in Sony, sull’incerto futuro dell’Uomo Ragno interpretato da Tom Holland, che ha firmato per 6 film (ne manca solamente uno).

Stando a quanto sostiene ora l’autorevole Deadline, l’accordo per Spider-Man si è bruscamente interrotto, con le trattative tra Disney e Sony per il rinnovo che non sono andate a buon fine. In questi ultimi mesi ci sono state infatti dispute tra i dirigenti di Disney e Sony, con questi ultimi che hanno tagliato fuori Kevin Feige ed il futuro coinvolgimento dei Marvel Studios.

La domanda è una: cosa succederà con Spider-Man? Rimarrà nell’Universo Cinematografico Marvel? A riguardo Deadline spiega che sono in fase di sviluppo altri due film diretti da Jon Watts e con protagonista Tom Holland. Se non succederà qualcosa di sconvolgente, Feige non si occuperà direttamente del controllo creativo di questi due progetti nonostante la sua intenzione di continuare a farlo (è un grandissimo fan di Spider-Man, uno dei suoi eroi preferiti).

Le fonti del sito sostengono che Sony si sente sicura che i suoi film continueranno ad avere successo anche senza la supervisione di Feige. La direzione della trama è stata già stabilita e Jon Watts e Tom Holland collaboreranno con Amy Pascal, che diventerà produttrice unica dei progetti.

Considerando che il contributo di Kevin Feige (i suoi film hanno incassato un totale di 26.8 miliardi) e dei Marvel Studios è stato fondamentale per rilanciare un franchise al suo terzo reboot – soprattutto dopo i due The Amazing Spider-Man, che non hanno convinto pubblico e critica – riuscirà Sony a portare avanti una saga di successo anche senza il controllo creativo dei Marvel Studios e di conseguenza le connessioni con il resto dell’Universo Cinematografico Marvel?

Deadline spiega che il motivo principale per cui le Major non hanno stretto l’accordo è di natura economica. Disney ha chiesto a Sony di stringere un accordo di co-finanziamento 50/50 tra i due studi, estendibile anche ad altri film legati all’universo di Spider-Man. Sony ha rifiutato l’offerta, senza sedersi nuovamente al tavolo della trattative. Non è minimamente intenzionata a condividere il suo più grande franchise e vuole estendere l’accordo soltanto nelle condizioni attuali, in cui Disney riceve il 5% degli incassi del primo giorno al box office oltre al merchandise. Nonostante l’importanza del contributo di Feige, Sony ha preferito non sacrificare il 50% del personaggio.

La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno, i fan di tutto il mondo si aspettavano ancora molti film di Spider-Man dopo il grande successo di Far From Home, che si è consolidato come il film Sony più redditizio di sempre superando ampiamente il miliardo di dollari.

Al momento Disney, Sony e Marvel Studios ancora non hanno commentato la notizia; vi terremo aggiornati.

Fonte