She-Hulk: Attorney at Law, Jameela Jamil ha svelato l’elemento che accomuna Titania alla versione fumettistica.

Il 18 agosto ha debuttato su Disney+ She-Hulk: Attorney at Law, la nuova serie dei Marvel Studios con protagonista Tatiana Maslany nei panni di Jennifer Walters, brillante avvocato specializzato in legge per supereroi e cugina del ben più noto Bruce Banner alias Hulk (Mark Ruffalo). Lo show vede anche il ritorno di Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky alias Abominio, direttamente da L’Incredibile Hulk (2008).

Nel corso di un’intervista con TVLine, Jameela Jamil ha parlato dell’arco narrativo di Titania in She-Hulk: Attorney at Law, confermando un importante elemento che il personaggio condivide con la sua controparte fumettistica:

“Resteremo fedeli ad una cosa in particolare riguardante Titania che è esistita sin dalla prima volta che ha varcato i cancelli nel 1984: le sue insicurezze e il suo ego continueranno ad essere al centro di ogni singola cosa che fa’ e dice. Cerca sempre di dimenticare la sua infanzia, quando veniva bullizzata. Perciò qualsiasi cosa è un’opportunità di vittoria per lei… È davvero fastidiosa.”

In seguito l’attrice – che in passato ha attaccato sui social alcune influencer – ha spiegato che avere la possibilità di interpretarne una tossica e particolarmente fastidiosa è stata un’esperienza “catartica” per lei:

Penso che l’idea di avere un’influencer tossica nei panni di una supercriminale che rappresenta l’esatto opposto di tutto ciò per cui mi batto nella realtà è stato piuttosto catartico e divertente, ad essere onesti. Sapevo esattamente cosa avevo intendere di rappresentare, tutti i mali che volevo richiamare. Alcune influencer sono fantastiche, ma alcune sono davvero della peggior specie.