She-Hulk: Attorney at Law, Jameela Jamil ha confermato che le origini di Titania nell’MCU sono diverse dai fumetti.

Il 18 agosto ha debuttato su Disney+ She-Hulk: Attorney at Law, la nuova serie dei Marvel Studios con protagonista Tatiana Maslany nei panni di Jennifer Walters, brillante avvocato specializzato in legge per supereroi e cugina del ben più noto Bruce Banner alias Hulk (Mark Ruffalo). Lo show vede anche il ritorno di Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky alias Abominio, direttamente da L’Incredibile Hulk (2008).

Durante un’intervista con l’Hollywood Reporter, Jameela Jamil ha parlato della sua preparazione al ruolo di Titania in She-Hulk: Attorney at Law e della sua esperienza sullo show. Quando le è stato chiesto quali siano le origini dei poteri del personaggio nel Marvel Cinematic Universe, l’attrice ha confermato che la storia di Titania nella serie sarà diversa rispetto ai fumetti, sottolineando però di essersi ispirata al materiale originale per le sue motivazioni:

“Beh, nella versione che conosco li riceve dal Dottor Destino. Voleva disperatamente dei superpoteri. Non penso che Titania sia mai stata realmente cattiva. Non penso che sia come Thanos. Penso che sia una persona che voleva semplicemente essere famosa, potente e rispettata perché non lo era quando era piccola. Non racconteremo quella storia in questo show, perché questa è l’iterazione di Jessica Gao, molto Los Angeles 2022, che adoro comunque. Ma sono stata in grado di usare un po’ della sua storia [nei fumetti] per mostrare che è l’insicurezza a orientare le azioni di Titania. Ha tanto bisogno di attenzioni, è quasi insaziabile, ma è un aspetto fondamentale per intepretare una super influencer, molte delle quali sono villain.”