She-Hulk: Attorney at Law, la serie con Tatiana Maslany è vittima di review bombing su IMDb da parte di uomini oltre i 30 anni.

Il 18 agosto debutterà su Disney+ She-Hulk: Attorney at Law, la nuova serie dei Marvel Studios con protagonista Tatiana Maslany nei panni di Jennifer Walters, brillante avvocato specializzato in legge per supereroi e cugina del ben più noto Bruce Banner alias Hulk (Mark Ruffalo). Lo show vedrà anche il ritorno di Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky alias Abominio, direttamente da L’Incredibile Hulk (2008).

La serie è stata accolta con parecchio entusiasmo dalla critica, tanto che attualmente sul noto aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes conta l’84% di valutazioni positive con 134 recensioni totali (al momento della scrittura di questo articolo). Nonostante ciò, la serie sta diventando vittima di “review bombing” su IMDb. Questo fenomeno rappresenta una vera e propria ondata di recensioni negative su un determinato prodotto che a volte vengono scritte persino prima dell’uscita da parte di alcuni troll che, nella loro mente, sperano di poter influenzare le persone e dissuaderle dall’idea di vederlo.

She-Hulk

Anche se lo show con Tatiana Maslany al momento conta il 44.4% di voti incredibilmente alti, il 41,1% degli utenti ha dato solo una stella alla serie prima ancora dell’uscita. Il grafico qui in basso dimostra che buona parte delle reazioni positive provengono da donne mentre quelle negative da uomini di oltre 30 anni.

She-Hulk

Tra i commenti dei detrattori troviamo alcuni utenti che hanno criticato la serie per l’esplorazione della vita sessuale di Jennifer Walters e per gli effetti visivi:

“Umm, Disney hai dimenticato qual è il tuo target di riferimento? Quanti miliardi di dollari non avreste incassato dalle famiglie se avessi sessualizzato gli Avengers?”

Se riuscite a chiudere un occhio sugli effetti visivi in stile SyFy Channel del 1995, rimangono solo una scrittura e una premessa terribili per uno ‘show’. La miglior argomentazione contro questa serie è quanto i ‘critici’ e i media la stiano promuovendo. Devo aggiungere altro, proteggete gli occhi e riguardatevi Iron Man 1.”