Tatiana Maslany ha parlato della sua esperienza con Mark Ruffalo sul set di She-Hulk: Attorney at Law: “Sembrava completamente inumano.”

Il 18 agosto debutterà su Disney+ She-Hulk: Attorney At Law, la nuova serie dei Marvel Studios con protagonista Tatiana Maslany nei panni di Jennifer Walters, brillante avvocato specializzato in legge per supereroi e cugina del ben più noto Bruce Banner alias Hulk (Mark Ruffalo). Lo show vedrà anche il ritorno di Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky alias Abominio, direttamente da L’Incredibile Hulk (2008).

Durante la conferenza stampa virtuale per She-Hulk: Attorney at Law, Tatiana Maslany ha parlato della sua esperienza con Mark Ruffalo sul set della serie dei Marvel Studios. In particolare, l’interprete di She-Hulk ha raccontato di essere rimasta molto colpita nel vedere Ruffalo eseguire un kip-up (ribattezzata “Hulk-mode” dall’attore), una mossa acrobatica vista spesso nelle arti marziali, nella breakdance e nel wrestling professionale in cui una persona passa da una posizione supina ad una posizione eretta:

“Mark [Ruffalo] era aperto a qualunque fosse il mio processo di trasformazione in She-Hulk, non è mai stato prescrittivo.”

“Era sdraiato a terra come Bruce [Banner] e poi si è alzato come Hulk. E da una posizione distesa, improvvisamente era in piedi. Sembrava completamente inumano. E pensai ‘Oh, quindi è questo che significa interpretare questo personaggio per 10 anni, incarnarlo fisicamente ed essere dentro di lui… impari a fare delle cose fantastiche come quella.’