Tatiana Maslany stuzzica sulla trama della nuova serie Marvel dedicata a She-Hulk, definendola “assurda e folle”.

Il 17 agosto debutterà She-Hulk: Attorney At Law, la nuova serie dei Marvel Studios con protagonista Tatiana Maslany nei panni di Jennifer Walters, brillante avvocato specializzato in legge per supereroi con poteri simili a quelli del cugino Bruce Banner/Hulk (Mark Ruffalo). Lo show vedrà anche il ritorno di Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky/Abominio, direttamente da L’Incredibile Hulk del 2008.

Durante un’intervista con Empire MagazineTatiana Maslany ha anticipato cosa possiamo aspettarci dalla nuova serie Marvel:

Jennifer Walters non vuole avere niente a che fare con il mondo dei supereroi, è più interessata a combattere il crimine attraverso il sistema legale. E quando ottiene i poteri di Hulk… non è esattamente il cambiamento che sperava.

Jennifer è l’antitesi della maggior parte delle storie sui supereroi. Si tratta di qualcuno che tenta di scappare di fronte a queste nuove abilità. C’è questo elemento di rifiuto in cui penso che molte persone si riconosceranno. Per me si è trattato di rifiutare l’accaduto per più tempo possibile, perché crea questa divertente tensione tra JenniferShe-Hulk.

La sua trasformazione avrà impatto anche (e soprattutto) sul suo lavoro:

Lavora in un ambiente principalmente dominato da uomini, incredibilmente feroce e gerarchico. Quando viene promossa e trasferita nel reparto legge per superumani, diventa ancora più competitivo, ma lei lo prende come una sfida. E ci saranno molti personaggi strani che lei dovrà difendere. È come una assurda parodia delle serie sugli avvocati.