She-Hulk: Attorney at Law, la spiegazione della scena dopo i titoli di coda presente nel primo episodio della serie con Tatiana Maslany.

Questa mattina ha debuttato su Disney+ She-Hulk: Attorney at Law, la nuova serie dei Marvel Studios con protagonista Tatiana Maslany nei panni di Jennifer Walters, brillante avvocato specializzato in legge per supereroi e cugina del ben più noto Bruce Banner alias Hulk (Mark Ruffalo). Lo show vede anche il ritorno di Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky alias Abominio, direttamente da L’Incredibile Hulk (2008).

Uno degli interrogativi più frequenti posti dai fan più fantasiosi dell’Universo Cinematografico Marvel riguarda la vita sessuale di Steve Rogers a.k.a. Captain America (Chris Evans). Considerando che la Sentinella della Libertà ha trascorso più di settant’anni nei ghiacci, secondo il fandom, Steve non dovrebbe aver avuto rapporti di natura romantica e sessuale con altre persone fino al finale di Avengers: Endgame (2019), ossia quando è finalmente potuto tornare indietro nel tempo e vivere nel passato con Peggy Carter (Hayley Atwell).

Nel primo episodio di She-Hulk: Attorney at Law assistiamo ad un dialogo in auto tra Bruce Banner e Jennifer Walters in cui quest’ultima chiede ripetutamente al cugino se Steve Rogers fosse vergine sin dalla Seconda Guerra mondiale, illustrandogli le prove a favore di questa tesi. Questo riferimento, per quanto apparentemente imbarazzante, incarna alla perfezione la natura metanarrativa del personaggio di She-Hulk e la scrittura irriverente della sceneggiatrice Jessica Gao (autrice, peraltro, dell’episodio intitolato “Cetriolo Rick” di Rick and Morty).

Jennifer: “Steve Rogers non aveva una ragazza prima di entrare in servizio.”

Bruce: “Chi lo dice?”

Jennifer: “History Channel. Poi è diventato Captain America. Dopodiché, in quanto simbolo dell’America, è stato mandato in prima linea diventando un eroe di guerra. Poi è stato congelato. Quindi, in base a quanto mi hai detto, da quando è stato scongelato è passato da una minaccia mondiale all’altra. Senza contare quando è stato un fuggitivo. Perciò mi sembra che sia stato parecchio impegnato… Captain America era chiaramente vergine.”

She-Hulk

In un’intervista con Variety, Jessica Gao ha parlato dell’inclusione di questa simpatica gag nella serie, ammettendo di essere rimasta alquanto “scioccata” dalla reazione del presidente dei Marvel Studios Kevin Feige alla sua proposta: “Abbiamo iniziato mettendola semplicemente negli script. Esisteva una versione più lunga della stagione in cui la cosa che avrebbe consumato costantemente Jen era proprio questa domanda, se Steve Rogers avesse fatto sesso o meno. La vedevamo sempre nell’atto di cercarlo su Google e parlarne. Hai la sensazione che abbia assillato costantemente le persone nella sua vita con questa domanda che bruciava la sua anima. Non posso descriverti quanto ero entusiasta e scioccata non solo che [Kevin Feige] fosse d’accordo nel rispondere a quella domanda ma anche per il fatto che abbia fornito una risposta canonica.

Nella scena dopo i titoli di coda, all’ennesima domanda sull’argomento, Bruce svela la verità: Steve Rogers ha perso la verginità durante un tour della United Service Organizations – l’organizzazione senza scopo di lucro fondata dal Presidente Franklin Delano Roosevelt finalizzata ad intrattenere i membri delle Forze Armate degli Stati Uniti e le famiglie – nel 1943:

Jennifer: “È così triste. Steve Rogers ha dato tanto per il Paese e non ha mai potuto fare sesso. Hai visto quel culo? Insomma, un culo così non merita di morire vergine. È così triste.”

Bruce: “Steve Rogers non è vergine. Ha perso la verginità come una ragazza nel 1943 durante un tour USO.”

Questa rivelazione combacia perfettamente con le parole degli sceneggiatori dei film di Captain America, Christopher Markus e Stephen McFeely che, durante un’intervista concessa a Yahoo! Entertainment rilasciata in occasione del decimo anniversario dell’uscita di Captain America: Il primo Vendicatore (2011), spiegarono che, dal loro punto di vista, Steve Rogers aveva perso la verginità ai tempi della Seconda Guerra mondiale durante il tour della United Service Organizations:

McFeely:Penso che abbia perso la verginità! Per quale motivo le persone pensano che sia vergine? Se uno come Steve ha quell’aspetto, e va di città in città firmando autografi per le ragazze, è difficile immaginare che non abbia perso la verginità.”

Markus: “Sì. E la cosa da ricordare è che Steve Rogers non è un santarellino. A volte può essere presentato in quel modo. È un tizio che crede crede nel bene e nel male e in tutte quelle cose, ma non è chierichetto. È pur sempre un veterano della Seconda Guerra mondiale.”