She-Hulk: Attorney at Law criticherà la cultura incel, la misoginia e le visioni distorte delle donne con il personaggio di Todd (Jon Bass).

Il 18 agosto debutterà su Disney+ She-Hulk: Attorney At Law, la nuova serie dei Marvel Studios con protagonista Tatiana Maslany nei panni di Jennifer Walters, brillante avvocato specializzato in legge per supereroi e cugina del ben più noto Bruce Banner alias Hulk (Mark Ruffalo). Lo show vedrà anche il ritorno di Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky alias Abominio, direttamente da L’Incredibile Hulk (2008).

Nel documento di produzione su She-Hulk: Attorney at Law inviato dalla Disney alla stampa sono state svelate nuove informazioni sul personaggio di Todd, uno dei corteggiatori che Jennifer Walters incontrerà grazie ad un’app di incontri nel corso della serie. Il personaggio – interpretato da Jon Bass (Baywatch) – è descritto come un’aspirante Tony Stark che apparirà all’improvviso nei vari episodi:

Todd è un miliardario playboy filantropo imbecille che vuole avere qualsiasi cosa per sentirsi come Tony Stark, ma risulta essere come Jon Bass. È abituato ad ottenere tutto ciò che vuole, ma è una persona ripugnante che inizia a spuntare ovunque.”

La co-produttrice della serie, Wendy Jacobson, ha aggiunto che l’inclusione di Todd nella storia è funzionale alla critica sociale nei confronti della cultura incel e della misoginia:

“Jon Bass è davvero divertente e molto bravo nell’interpretare questa persona terribile… è davvero divertente da guardare. Il personaggio di Todd gioca sul commento sociale della misoginia, della cultura incel e delle opinioni ingiuste sulle donne. È fastidioso, ma fondamentalmente innocuo. Si tratta davvero di incarnare queste interazioni imbarazzanti che hai con una persona che continua a presentarsi nella tua vita più e più volte.”