In questo speciale abbiamo elencato gli easter eggs, i riferimenti e la spiegazione del quinto episodio di She-Hulk: Attorney at Law.

Questa mattina è stato rilasciato su Disney+ il quinto episodio di She-Hulk: Attorney at Law, la nuova serie dei Marvel Studios con protagonista Jennifer Walters (Tatiana Maslany). In questo speciale abbiamo elencato gli easter eggs, i riferimenti e le curiosità presenti nella puntata – intitolata “Verde e single” – che potrebbero esservi sfuggiti.

TITANIA

Dopo essere apparsa nel finale del primo episodio, il quarto episodio segna il ritorno di Titania, interpretata da Jameela Jamil. Creata da Jim Shooter e Mike Zeck nel 1984 e apparsa per la prima volta sulle pagine di Secret Wars (Vol.1) #3, da piccola Mary McPherran era una ragazza di Denver vittima di bullismo e desiderosa di ottenere dei superpoteri. Durante le Guerre Segrete originali, venne dotata di forza e resistenza sovrumana dal Dottor Destino sul pianeta Battleworld in cambio del suo aiuto, assumendo il nome da battaglia di Titania. Nel corso della sua storia editoriale Titania ha affrontato spesso gli Avengers e, soprattutto, She-Hulk e intrattiene una relazione romantica con Carl “Crusher” Creel alias l’Uomo Assorbente. Nel Marvel Cinematic Universe, invece, Titania è stata reinventata e presentata come un’influencer narcisista dotata di poteri che intenta causa a Jennifer per averle rubato il nome She-Hulk, da lui utilizzato per una serie di prodotti.

She-Hulk

Una curiosità: l’atteggiamento e la personalità narcisista del personaggio viene rappresentato a livello metanarrativo anche dalla “title card” del quinto episodio che passa da She-Hulk: Attorney at Law a She-Hulk By Titania.

IRON MAN THREE

Nel quinto episodio scopriamo che Augustus “Pug” Pugliese (Josh Segarra) è un collezionista di sneakers ispirate ai supereroi del Marvel Cinematic Universe ed è interessato ad acquistare due paia di Iron Man Three, le scarpe dedicate a Tony Stark alias Iron Man (Robert Downey Jr.). Questo easter egg si ricollega al terzo episodio in cui potevamo notare un video intitolato “Recensione onesta delle Iron Man Three” tra i correlati di Pug su YouScreen e alla pubblicità delle scarpe nel secondo episodio.

She-Hulk

 

AVONGERS

Pug svela a Nikki Ramos (Ginger Gonzaga) di conoscere un “broker della moda” chiamato Alonzo che può procurargli qualsiasi accessorio o capo di moda desiderino, inclusi dei vestiti per la nuova forma di Jennifer Walters. Pertanto, i due si recano in un negozio che vende Bubble Tea che, a detta di Pug, è una “copertura” poiché vendono segretamente abbigliamento per supereroi. Dopo essere partiti con il piede sbagliato, il cassiere li conduce sul retro, dove mostra loro il merchandise (non ufficiale) dedicato agli Avengers Avongers/Avingers. Questo specifico easter egg è un rimando ai creativi crediti finali degli episodi di She-Hulk: Attorney at Law in cui vediamo Jennifer che mostra un sacchetto contenente una tazza con la scritta Avongers come prova in tribunale.

She-Hulk

She-Hulk

Tutti gli oggetti presenti, infatti, non sono marchi registrati considerando che i nomi dei singoli supereroi sono stati cambiati – ad esempio Hulk in “Holk” o Thor in “Thur” – così come il loro design. Tra i tanti oggetti possiamo notare lo scudo di Captain America, il martello di Thor, magliette e biancheria intima sui Vendicatori. In sottofondo, peraltro, sentiamo l’iconico tema degli Avengers composto da Alan Silvestri.

She-Hulk

Una curiosità: lo stile artistico utilizzato per rappresentare visivamente i Vendicatori è lo stesso delle emoji dei personaggi del Marvel Cinematic Universe che è possibile sbloccare su Twitter.

IL CODICE QR

In una scena al minuto 6:55 è presente un Codice QR che, se scannerizzato, indirizza lo spettatore sulla pagina del servizio digitale Marvel Unlimited e permette di scaricare una copia gratuita di She-Hulk (2004) #10, albo in cui la Gigantessa di Giada affronta proprio Titania.

She-Hulk

LUKE JACOBSON

Il quinto episodio della serie segna la prima apparizione nel Marvel Cinematic Universe dello stilista Luke Jacobson, interpretato da Griffin Matthews. Creato da Martha Thomases e Tony Salmons ed introdotto sulle pagine di Dakota North #1 del 1986, nei fumetti Luke Jacobson è un designer di alta moda innamorato di Dakota North, personaggio minore dell’Universo Marvel che, oltre ad aver avuto una sua serie a fumetti bimestrale negli anni Ottanta, è apparsa spesso nelle storie di altri eroi come Luke Cage, Daredevil e Captain Marvel.

She-Hulk

She-Hulk

EUGENE PATILIO

Nei titoli di coda finali scopriamo che uno dei clienti di Luke Jacobson è accreditato come Eugene Patilio, interpretato da Brandon Stanley. Nei fumetti Eugene Patilio è l’alter ego del supercriminale col costume di rana chiamato Frog-Man, che apparirà nei prossimi episodi della serie. Nel corso degli anni l’identità di Frog-Man è stata assunta da diversi villain dell’Universo Marvel, il più noto dei quali è Eugene Patilio che, nei fumetti, si è scontrato con Spider-Man, Captain America e Iron Man. Eugene Patilio ha esordito nei fumetti Marvel nel 1982 ed il suo costume sembra essere quello di ispirazione per la sua trasposizione in live-action. Tuttavia, precedentemente il costume di Frog-Man era stato indossato anche da Francois Le Blanc già nel 1965. Questa versione del villain, affiliata agli Ani-Uomini, si è scontrata principalmente con Daredevil, il quale in Daredevil (1964) #11 indossa proprio un costume da rana per provare ad incastrarlo.

She-Hulk

I BAT-CAPEZZOLI

Nel laboratorio di Luke Jacobson possiamo notare una tuta nera simile ad un’armatura che presenta dei capezzoli maschili in evidenza, sulla falsa riga delle armature romane. Potrebbe trattarsi di un simpatico riferimento agli ormai celebri “Bat-Capezzoli” del costume indossato dall’Uomo Pipistrello di George Clooney in Batman Forever (1995).

She-Hulk

SHE-HULK BOOTY BOOST

In una scena Holden Holliway (Steve Coulter), socio dirigente della GLK&H, spiega a She-Hulk di aver visto una pubblicità dello “She-Hulk Booty Boost Smoothie“, un frullato che aumenta la massa muscolare dei glutei. Nei titoli di coda finali, inoltre, vediamo che Holliway ha acquistato diverse bottiglie di questo prodotto, che testa nel suo ufficio nonostante la presenza dei suoi colleghi.

She-Hulk

DOCTOR STRANGE E THOR

Mallory Book (Renée Elise Goldsberry) domanda a Jennifer Walters per quale motivo non abbia registrato lo pseudonimo di She-Hulk e la protagonista risponde “Non ci ho neanche pensato. Perché avrei dovuto? Doctor Strange ha dovuto registrare il suo nome? Thor?” ma l’avvocato le fa notare di aver fatto due esempi di persone che usano i loro nomi reali in battaglia.

SHREK

Non appena She-Hulk entra nell’aula di tribunale, Titania esclama “Bel completo, Shrek“, in riferimento al protagonista dell’omonimo film animato. Si tratta, inoltre, di un velato riferimento metanarrativo dato che spesso i fan dell’MCU hanno utilizzato questo soprannome per identificare Smart Hulk a partire da Avengers: Endgame (2019).

CATTIVA E VERDE

In una scena Mallory Book spiega al giudice che Jen ha scritto “Cattiva, verde e fasciata da questi jeans” nella biografia del suo profilo su un’app di incontri. Questa frase – in originale “Mean, Green and Straight Poured into these Jeans” – corrisponde al titolo del quinto episodio della serie.

DAREDEVIL

Questo non dovrebbe essere lasciato così a vista. Tinsley, la riservatezza del cliente non significa niente per te?

Nel finale dell’episodio Jen prova alcuni nuovi vestiti creati appositamente per lei da Luke Jacobson, uno stilista specializzato nella realizzazione di abiti adatti ai più alti standard di combattimento per supereroi. Mentre la protagonista si cambia nel camerino, Luke sposta una cappelliera contenente l’elmetto – stavolta di colore giallo – di Daredevil commissionatogli da Matt Murdock (Charlie Cox) e, prestando attenzione, possiamo intravedere anche il costume del vigilante. Il Diavolo di Hell’s Kitchen, come sappiamo, apparirà prima della conclusione della stagione con un nuovo look basato sul suo primo costume fumettistico giallo e rosso.

She-Hulk

LE SNEAKERS

Nei titoli di coda è possibile notare che Pug possiede diverse sneakers ispirate al look fumettistico di numerosi personaggi della Casa delle Idee tra cui Captain Marvel, La Cosa, Ciclope, Green Goblin, Doctor Strange, CableMoon Knight, Visione, Scarlet Spider, Captain America (o America Chavez), Hulk, NovaNamor, Ghost Rider, Electro e Black Panther.

DEADPOOL

Una delle sneakers a tema supereroi Marvel che attira maggiormente l’attenzione sono quelle ispirate a Wade Wilson alias Deadpool. Il personaggio interpretato da Ryan Reynolds, come sappiamo, entrerà presto nel Marvel Cinematic Universe in seguito all’acquisizione della 20th Century Fox da parte della Disney e sarà protagonista di un terzo film prodotto stavolta dai Marvel Studios e diretto da Shawn Levy (Free Guy, The Adam Project). Occorre segnalare, peraltro, che si tratta del primo riferimento visivo al Mercenario Chiacchierone in un progetto dei Marvel Studios.