L’interprete di Shang-Chi ha riflettuto sui messaggi di odio ricevuti online: “È difficile per le persone famose stare su Internet.”

Lo scorso settembre è stato distribuito nelle sale di tutto il mondo Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli, il primo film dell’Universo Cinematografico Marvel incentrato su un supereroe asiatico della Casa delle Idee. La pellicola, diretta da Destin Daniel Cretton, si presenta come un dramma familiare ricco di sequenze d’azione e di arti marziali e racconta il rapporto conflittuale tra Shang-Chi e suo padre Wenwu, leader della misteriosa organizzazione dei Dieci Anelli.

Nel corso di un’intervista con Complex Canada, Simu Liu ha parlato della pressione derivante dal dover rappresentare la comunità asiatica nel Marvel Cinematic Universe e dall’essere diventato un’icona globale grazie all’inaspettato successo di Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli, riflettendo sui messaggi di odio ricevuti da alcuni utenti online negli ultimi mesi e sull’uso dei social media da parte delle celebrità:

“[ride] Non penso di essere così meschino come la gente pensa che io sia, ma penso di aver scelto la strada più divertente. Cerco di essere divertente, soprattutto su Twitter. Era solo un tweet divertente per dire ‘Un flop così grande che abbiamo avuto un sequel!‘. Ma, davvero, non sono così meschino. Forse un po’, ma non penso in continuazione agli haters.”

Ho avuto giorni tristi in cui andavo su Twitter e mi sentivo uno schifo per le cose orribili che le persone dicevano su di me. Ma poi, quando esci nel mondo reale, ti rendi conto che nessuno ti direbbe delle cose simili in faccia dal vivo.”

“Sto imparando a processarlo al meglio, ma penso di non essere sempre stato bravo a farlo. Penso che sia veramente difficile per le persone famose stare su Internet. Guarda, so che il violino più piccolo del mondo suona per noi ma è dura essere esposti a quel livello di attenzione. E specialmente quando gli occhi del mondo sono puntati su di te ci sarà molta positività ma anche molta negatività, solo perché le persone vogliono parlare di tutto. Sappiamo che non ogni singola persona nel mondo apprezzerà il nostro film… alcuni avranno delle cose brutte da dire e va bene così. Ognuno ha diritto alla sua opinione, ma è difficile quando in una conversazione online si diffonde odio. Non credo che gli esseri umani siano fatti per processare quella quantità di negatività. E così, è stato difficile. Ora parlo con le persone che hanno vissuto cose simili: dovete cambiare il vostro rapporto con i social media, il modo in cui processate le informazioni e il modo in cui non permettete a voi stessi di ottenere certe informazioni e di interagire con le persone.”

Ricordiamo che Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli, scritto da David Callaham (Horsemen) e Andrew Lanham (Just Mercy) e diretto da Destin Daniel Cretton (Il castello di vetro), vede nel cast Simu Liu (Shang-Chi), Awkwafina (Katy), Fala Chen (Jiang Li), Ronny Chieng (Jon Jon), Florian Munteanu (Razor Fist), Meng’er Zhang (Xialing), Michelle Yeoh (Jiang Nan), Tony Leung (Wenwu) e Benedict Wong (Wong).

Shang-Chi

SINOSSI
Shang-Chi è un giovane super eroe che intraprende un inedito viaggio alla scoperta di se stesso. In Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli, Shang-Chi (Simu Liu) deve confrontarsi con il passato che pensava di essersi lasciato alle spalle quando viene trascinato nella rete della misteriosa organizzazione dei Dieci Anelli. Il viaggio di Shang-Chi è narrato con straordinarie immagini, la spettacolare firma MCU e strabilianti scene di azione, a cui si aggiunge un cast multiculturale di attori stellari e una storia in cui identificarsi.

Fonte