Il regista di Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli ha svelato quali elementi dei fumetti hanno influenzato il film Marvel.

Questo mercoledì è stato distribuito nelle sale italiane Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli, il primo film dell’Universo Cinematografico Marvel incentrato su un supereroe asiatico della Casa delle Idee. La pellicola, diretta da Destin Daniel Cretton, si presenta come un dramma familiare ricco di sequenze d’azione e di arti marziali e racconta il rapporto conflittuale tra Shang-Chi e suo padre Wenwu, leader della misteriosa organizzazione dei Dieci Anelli.

Nel corso di una recente intervista promozionale con Brandon Davis di ComicBook.com, il regista Destin Daniel Cretton ha parlato dell’influenza dei fumetti su Shang-Chi sulla trama del film, sottolineando di aver attinto in particolare al “rapporto complicato” tra il personaggio e suo padre nelle storie originali modernizzandolo e legandolo alla propria esperienza personale e a quella dello sceneggiatore Dave Callaham:

Di certo abbiamo preso direttamente dai fumetti la tematica del rapporto complicato tra un padre e un figlio. E volevamo infondere anche la nostra esperienza nella storia. Crescendo come un asioamericano alle Hawaii, così come Dave Callaham è cresciuto come un cinoamericano nella Bay Area… Volevamo assicurarci che Shang-Chi sembrasse uno dei nostri amici, e che fosse circondato da personaggi che avrebbero potuto far parte della nostra famiglia, e vederlo intraprendere un viaggio con cui potessimo identificarci. Quindi è stato quello il fulcro della nostra speranza creativa per il film.”

Per quanto riguarda le incredibili scene d’azione presenti nel film, Cretton ha elogiato il lavoro del compianto Brad Allan, storico stuntman e collaboratore di Jackie Chan a cui è stato dedicato un tributo alla fine di Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli:

Non c’era solo la mia impronta in quelle scene. È stato merito anche di un team davvero incredibile che abbiamo assemblato. Il nostro team di stunt era guidato da Brad Allan, che ha lavorato ai film del grande Jackie Chan e che non solo è stato addestrato nelle arti marziali ma anche nell’arte della narrazione e della narrazione fisica con gag, battute e umorismo. Brad ha riunito un team incredibile di coreografi provenienti dalla Cina e da Hong Kong, alcuni dei quali hanno portato delle coreografie eleganti ed emozionanti. Abbiamo una scena di combattimento in cui i due personaggi alla fine si innamorano… e ci sono scene di combattimento che non sarei mai stato in grado di descrivere, e sono orgoglioso del fatto che facciano parte di questo film.”

Ricordiamo che Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli, scritto da David Callaham (Horsemen) e Andrew Lanham (Just Mercy) e diretto da Destin Daniel Cretton (Il castello di vetro), vede nel cast Simu Liu (Shang-Chi), Awkwafina (Katy), Fala Chen (Jiang Li), Ronny Chieng (Jon Jon), Florian Munteanu (Razor Fist), Meng’er Zhang (Xialing), Michelle Yeoh (Jiang Nan), Tony Leung (Wenwu) e Benedict Wong (Wong).

Shang-Chi

SINOSSI
In arrivo a settembre 2021, Simu Liu interpreterà Shang-Chi nel nuovo film dei Marvel Studios, Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli. Shang-Chi dovrà affrontare il passato che pensava di essersi lasciato alle spalle quando verrà trascinato nella ragnatela della misteriosa organizzazione dei Dieci Anelli.

Fonte