In questo speciale abbiamo elencato gli easter egg presenti nel teaser trailer ufficiale di Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings.

In occasione del compleanno di Simu Liu, i Marvel Studios hanno pubblicato il teaser trailer ufficiale di Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, il primo film dell’Universo Cinematografico Marvel su un supereroe asiatico della Casa delle Idee. In questo speciale abbiamo analizzato gli easter egg, i riferimenti e le curiosità presenti nel filmato che potrebbero esservi sfuggiti.

KUNG FU HUSTLE

Immediatamente dopo il classico logo dei Marvel Studios, vediamo Shang-Chi (Simu Liu) intento ad allenarsi nel suo appartamento. Facendo attenzione è possibile notare che sulla parete della stanza è presente il poster di Kung Fusion (in originale Kung Fu Hustle). La pellicola, diretta da Stephen Chow e candidata ai Golden Globe e ai BAFTA per il Miglior film straniero nel 2004, presenta alcune analogie con Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings tra cui l’Axe Gang, un gruppo criminale molto simile a I Dieci Anelli.

Shang-Chi

ALADDIN

Nella scena con Shang-Chi e Katy (Awkwafina) al karaoke possiamo leggere su uno schermo la frase “Over sideways and under“, estrapolata dal testo della canzone A Whole New World (in italiano Il Mondo è Mio) di Aladdin (1992).

Shang-Chi

IL DEATH DEALER

Uno dei tanti misteri che circonda il film riguarda la vera identità del Death Dealer, il guerriero vestito di blu con la maschera bianca che ha addestrato Shang-Chi da piccolo. Anche se non sappiamo chi si celi dietro la maschera del villain tantomeno quale attore lo interpreterà sul grande schermo, stando alla descrizione delle Action Figure della serie Marvel Legends dedicate alla pellicola il Death Dealer è “uno degli avversari più temibili che Shang-Chi abbia mai affrontato“.

IL TORNEO DEI CAMPIONI

Nel pieno stile dei Kung Fu Movie, anche Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings includerà un torneo di arti marziali. Ciò combacia con alcune vecchie indiscrezioni secondo le quali nel film assisteremo ad un torneo clandestino molto simile a quello di Senza Esclusione di Colpi con Jean-Claude Van Damme (Bloodsport) in cui il protagonista affronterà una serie di pericolosi combattenti ispirati ai villain classici della mitologia fumettistica del personaggio, tra cui Moving Shadow, Razor Fist e Ghostmaker.

RAZOR FIST

Tra i tanti avversari che il supereroe affronterà nel corso del film occorre menzionare Razor Fist. L’identità del villain interpretato da Florian Munteanu (Viktor Drago in Creed 2) è stata assunta da diversi personaggi nel corso degli anni ma è sempre stato rappresentato come un esperto di arti marziali con delle lame d’acciaio saldate chirurgicamente al posto delle mani.

Shang-Chi

I DIECI ANELLI

I Dieci Anelli che danno il nome al film sono i cosiddetti Dieci Anelli del Potere che il Mandarino trovò nella Valle degli Spiriti in Cina. Nei fumetti gli Anelli sono frutto della tecnologia Makluana (una razza di alieni mutaforma con le sembianze di draghi a cui appartiene Fin Fang Foom) e ognuno di essi conteneva l’anima di un leggendario guerriero cosmico. Al momento non sappiamo quali siano le origini degli Anelli nel Marvel Cinematic Universe ma sembra che nel film assomiglieranno più a dei bracciali che emettono un’energia viola sconosciuta.

IL VERO MANDARINO

Il villain principale che Shang-Chi affronterà è in realtà suo padre: Wenwu (Tony Leung). Wenwu è un personaggio originale creato appositamente per il Marvel Cinematic Universe ed ha legami con I Dieci Anelli, l’organizzazione terroristica introdotta in Iron Man (2008) di Jon Favreau responsabile del rapimento di Tony Stark (Robert Downey Jr.). A quanto pare, Wenwu “è stato chiamato con molti nomi” nel corso dei decenni e uno di quei titoli è stato “Il Mandarino“, uno dei villain fumettistici più famosi di Iron Man. Il titolo di Mandarino era stato assunto da un attore fallito chiamato Trevor Slattery (Ben Kingsley) in Iron Man 3 (2013) di Shane Black come parte del piano di Aldrich Killian (Guy Pearce).

ANIMALI FANTASTICI

Grazie al merchandise ufficiale leakato online, sappiamo che nel cinecomic vedremo una bizzarra creatura chiamata affettuosamente Morris e basata sul Dijiang. Stando alla descrizione fornita dal bestiario A Chinese Bestiary: Strange Creatures from the Guideways Through Mountains and Seas, un Dijiang è un essere dotato di sei zampe e quattro ali ma senza occhi e orecchie ed in perenne stato di confusione a cui piace cantare e danzare. Anche se Morris non appare nel trailer, la sequenza con un grosso felino potrebbe confermare che nel film saranno presenti degli animali mistici tipici della cultura asiatica.

IL COLLEGAMENTO CON SPIDER-MAN

Inaspettatamente, il trailer di Shang-Chi include un curioso collegamento con i film dello Spider-Man di Tom Holland: all’interno dell’autobus infatti, è presente lo stesso cittadino interpretato da Zach Cherry in Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts che chiese al Tessiragnatele di fare una capriola sul tetto.

Shang-Chi

SAN FRANCISCO

La scena finale del trailer vede Shang-Chi e Katy a bordo di un autobus in corsa ed è ambientata nella città di San Francisco, location che abbiamo già visto in Ant-Man (2015) e in Ant-Man and the Wasp (2018). Dobbiamo aspettarci qualche citazione agli eventi dei film incentrati sull’Uomo Formica interpretato da Paul Rudd?

Ricordiamo che Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, scritto da David Callaham (Horsemen, The Expendables) e diretto da Destin Daniel Cretton (Just Mercy), è previsto per il 3 settembre 2021 e vedrà nel cast Simu Liu (Shang-Chi), Awkwafina (Katy), Fala Chen (Jiang Li), Ronny Chieng (Jon Jon), Florian Munteanu (Razor Fist), Meng’er Zhang (Xialing), Michelle Yeoh (Jiang Nan), Tony Chiu-Wai Leung (Wenwu/Mandarino) e Dallas Liu in un ruolo misterioso.

Shang-Chi

SINOSSI
In arrivo a settembre 2021, Simu Liu interpreterà Shang-Chi in Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings dei Marvel Studios. Shang-Chi dovrà affrontare il passato che pensava di essersi lasciato alle spalle quando verrà trascinato nella ragnatela della misteriosa organizzazione dei Dieci Anelli.