Entertainment Weekly ha svelato i primi dettagli sul vero Mandarino di Tony Leung in Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings.

In occasione del San Diego Comic-Con 2019, il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige ha annunciato ufficialmente Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, il primo film dell’Universo Cinematografico Marvel su un supereroe asiatico della Casa delle Idee. Dopo l’uscita del primo trailer ufficiale, Entertainment Weekly ha pubblicato online le prime interviste ai membri della produzione che svelano alcuni dettagli sul ruolo del (vero) Mandarino nel film.

Stando a quanto riportato nell’intervista, Wenwu (l’alter-ego del Mandarino interpretato dal leggendario attore di Hong Kong Tony Chiu-Wai Leung) è una figura antica e molto potente che ha addestrato suo figlio “per fargli seguire le sue orme criminali” ma “sono passati 10 anni da quando Shang-Chi ha scoperto le vere intenzioni del padre e ha deciso di allontanarsi“. Parlando del complicato rapporto Shang-Chi e suo padre, Kevin Feige e il regista Destin Daniel Cretton hanno dichiarato:

Feige: “Non è un colpo di scena alla ‘Luke, io sono tuo padre’. [Shang-Chi] sa chi è suo padre, ed ha deciso di lasciarsi quel mondo alle spalle prima di esservi tirato indietro.”

Cretton:Un personaggio come Wenwu avrebbe potuto essere facilmente un villain mono-dimensionale senza cuore. Tony [Leung] ha fatto aprire questo antagonista affinché avesse una profonda capacità di amare.”

Wenwu è un personaggio originale creato appositamente per il Marvel Cinematic Universe ed ha legami con “I Dieci Anelli“, la misteriosa organizzazione terroristica introdotta in Iron Man (2008) di Jon Favreau. Come spiegato da Feige, Wenwu “è stato chiamato con molti nomi” nel corso dei decenni e uno di quei titoli è “Il Mandarino”, uno dei villain più famosi dei fumetti Marvel. Il titolo di Mandarino era stato assunto da un attore chiamato Trevor Slattery (Ben Kingsley) in Iron Man 3 (2013) ma la versione di Tony Leung è “qualcosa di nuovo” e di “molto più pericoloso“. Considerando che nei fumetti il personaggio rappresenta uno stereotipo razziale, il produttore Jonathan Schwartz ha ribadito che il Mandarino del MCU sarà decisamente diverso:

“Quando le persone sentono il nome ‘Mandarino’, si aspettano una cosa piuttosto specifica, ma questa potrebbe non corrispondere con ciò che avranno. Fortunatamente avranno un’interpretazione più complessa e sfaccettata del personaggio rispetto a ciò che quel nome potrebbe farvi pensare.”

Ricordiamo che Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, scritto da David Callaham (Horsemen, The Expendables) e diretto da Destin Daniel Cretton (Just Mercy), è previsto per il 3 settembre 2021 e vedrà nel cast Simu Liu (Shang-Chi), Awkwafina (Katy), Fala Chen (Jiang Li), Ronny Chieng (Jon Jon), Florian Munteanu (Razor Fist), Meng’er Zhang (Xialing), Michelle Yeoh (Jiang Nan), Tony Chiu-Wai Leung (Wenwu/Mandarino) e Dallas Liu in un ruolo misterioso.

Shang-Chi

SINOSSI
In arrivo a settembre 2021, Simu Liu interpreterà Shang-Chi in Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings dei Marvel Studios. Shang-Chi dovrà affrontare il passato che pensava di essersi lasciato alle spalle quando verrà trascinato nella ragnatela della misteriosa organizzazione dei Dieci Anelli.

Fonte