Secondo un noto analista, Warner Bros. non vorrebbe perdere Zack Snyder e sta investendo sulla Snyder Cut in modo da collaborare ulteriormente con lui in futuro.

Come ben saprete Justice League del 2017 ha avuto una produzione a dir poco travagliata: dopo l’abbandono di Zack Snyder per una tragedia familiare, la Warner Bros. ha ingaggiato Joss Whedon ed ha rimaneggiato completamente la versione originale del regista in pochi mesi, senza rinviare il film e tagliando gran parte di esso. Per anni Warner Bros. ha sempre smentito una possibile uscita della versione originale del regista, ma alla fine qualcosa è cambiato e a fine maggio la piattaforma streaming HBO Max ha annunciato ufficialmente la Snyder Cut del film, richiesta a gran voce da milioni e milioni di fan sui social network in questi anni.

Observer ha dedicato un approfondimento a questo progetto, provando a rispondere alla seguente domanda: “come mai la Warner sta producendo un’altra versione di un film che è stato un totale fallimento ed ha portato a pesanti perdite?”

Secondo Paul Dergarabedian di Comscore, lo studio vorebbe continuare a lavorare con Zack Snyder e per questo ha deciso di finanziare il suo progetto: la decisione del regista di sviluppare Army of the Dead per Netflix (con conseguenti prequel e spin-off animati) potrebbe aver portato la major a rivalutare completamente la loro collaborazione temendo di perderlo per un servizio streaming rivale:

Tutti considerano queste major come entita esterne motivate esclusivamente dalle finanze, ma quando succede qualcosa del genere, ci sono anche altri fattori da considerare. “Vogliamo che questa persona lavori da qualche altra parte, oppure vogliamo continuare a lavorare noi con lui?”

Anche se apparentemente non ha un senso finanziario, ci sono motivazioni e fattori soggettivi in ballo. Vogliono rimanere legati a Zack Snyder proprio come sono legati a Christopher Nolan. Sono strategie a lungo termine.

Effettivamente, prima dell’approdo su Netflix, Snyder ha lavorato in diverse occasioni per Warner Bros. e per loro (tralasciando i film DC) ha diretto Sucker Punch, Il regno di Ga’Hoole – La leggenda dei guardiani, Watchmen e 300.

Questo potenzialmente potrebbe portare ad una collaborazione a lungo termine su HBO Max, magari proprio legata all’universo DC? Dopo l’annuncio della Snyder Cut ed il ritorno di Ben Affleck come Batman in The Flash, non è da escludere nulla!

Vi ricordiamo infine che, durante il DC FanDome di agosto, il regista Zack Snyder ha mostrato il primo trailer ufficiale confermando che uscirà sotto forma di miniserie limitata composta da 4 episodi da 1 ora all’interno della piattaforma streaming – questo in America, in Italia dovrebbe arrivare su Sky Atlantic, che ormai da anni è la casa italiana di HBO.