Sam Raimi torna a discutere di Spider-Man, spiegando che non accetterebbe la regia di Spider-Man 4 con Tom Holland perché teme Tobey Maguire!

Nonostante il fallimento di Spider-Man 3, che ha incassato quasi 900 milioni ma non ha convinto critica e pubblico, Sam Raimi iniziò a sviluppare un quarto capitolo, che alla fine non entrò mai in fase di produzione.

Tutto quello che rimane di Spider-Man 4 sono bozzetti, concept art e diversi dettagli: apparentemente Sam Raimi abbandonò il progetto dopo le forti pressioni della Sony, che spinse per includere altri villain oltre all’Avvoltoio (per cui era stato scelto John Malkovich) e per anticipare la data d’uscita, non concedendo il tempo necessario a Raimi di rifinire la sceneggiatura – per la quale ha collaborato con James Vanderbilt, scrittore di Zodiac. Con una scadenza fin troppo opprimente, Raimi non è riuscito a realizzare una storia veramente adatta rispettando i tempi della Sony (era intenzionato a realizzare il miglior film su Spider-Man dopo il fallimento del terzo capitolo), quindi decise di abbandonare definitivamente il progetto, convincendo la major a procedere con il reboot.

Considerando l’incredibile successo di Spider-Man: No Way Home, sono ormai mesi che i fan chiedono a gran voce l’uscita di questo quarto capitolo… e sia Tobey Maguire che Sam Raimi sono pronti a tornare!

Nel corso di una recente intervista con il Los Angeles Times, il regista (che di recente ha dettato delle condizioni per tornare) ha discusso nuovamente del quarto film, spiegando che si sente obbligato ad avere Tobey Maguire come protagonista e quindi non accetterebbe la regia di un quarto film dedicato al MCU di Tom Holland!

Ecco le sue dichiarazioni:

“Amo Spider-Man, ed amo Tom Holland nel ruolo. [Ma] se facessi un nuovo film su Spider-Man, dovrei probabilmente farlo con Tobey o mi spezzerebbe il collo.”

Fonte