Rob Liefeld ritiene che la Disney dovrebbe abbandonare lo sviluppo dei film su Deadpool in favore di serie animate e videogiochi sul personaggio.

Durante una recente intervista con CinemaBlend, il fumettista Rob Liefeld è stato interrogato sul futuro del Mercenario Chiacchierone sul grande schermo e, nonostante lo stesso Ryan Reynolds abbia confermato che Deadpool 3 è in fase di lavorazione ai Marvel Studios, il disegnatore ritiene che il terzo capitolo non vedrà mai la luce.

Commentando la possibile uscita di un nuovo videogioco su Deadpool dopo quello realizzato da Activision e High Moon Studios nel 2013, Liefeld ha spiegato che dal suo punto di vista i futuri progetti in live-action sul personaggio dovrebbero essere abbandonati del tutto:

“Perché non dovrebbero? Te lo dico adesso: al diavolo i film. Al diavolo questa discussione sui film di Deadpool, ok? Ecco cosa dirò: ehi, Disney, ciao. Sono Rob. Hai speso 70 miliardi di dollari per comprare la Fox. Ok? Hai speso 70 miliardi di dollari. Non puoi gestire i tuoi parchi Disney, che rappresentano il 50% dei tuoi guadagni complessivi. Sono stati chiusi per 5 mesi. Non hai modo di ottenere i tuoi 3 miliardi di dollari. Niente Mulan, niente Black Widow, niente The Eternals.”

Considerando l’attuale condizione dell’industria cinematografica e il rinvio dei film del Marvel Cinematic Universe e dei vari blockbuster causato dall’emergenza coronavirus, secondo l’autore la Walt Disney Company dovrebbe puntare maggiormente sullo sviluppo di serie animate e di videogiochi sul personaggio:

“Gli animatori possono lavorare da casa. Gli artisti digitali possono lavorare da casa. Deadpool è molto popolare. Dovrebbero fare cartoni animati e videogiochi su Deadpool. [Bob] Iger, o chiunque stia guidando la nave in questo momento, cosa farai per rioettenere quei 70 miliardi di dollari? Ovviamente dovrebbero fare più videogiochi su Deadpool. Ovviamente dovrebbero fare più cartoni su Deadpool. Che diamine.”

Deadpool Rob Liefeld

SINOSSI
Dopo essere sopravvissuto a un attacco bovino quasi letale, lo sfigurato chef di una caffetteria (Wade Wilson) cerca a tutti i costi di diventare il barista più hot di Mayberry tentando, allo stesso tempo, di fare i conti con la perdita del senso del gusto. Mentre cercherà di riacquistare il gusto per la vita, oltre a un flusso canalizzatore, Wade dovrà combattere contro dei ninja, la Yakuza, dei cani sessualmente aggressivi, nel suo viaggio intorno al mondo che lo porterà alla scoperta del valore della famiglia, dell’amicizia e del sapore, trovando un nuovo gusto per l’avventura e guadagnandosi anche la tanto desiderata tazza con la scritta Miglior Amante del Mondo.

Fonte