Recensione: Avengers Serie Oro- I Vendicatori della Costa Ovest
UmorismoImportante pezzo da avere nella propria biblioteca fumettisticaGraviton
Storia un po' banaleAzione poco avvincente
7Overall Score
Storia6.5
Disegni7.4
Personaggi7
Azione7
Reader Rating 0 Votes
0.0

Ecco la recensione del dodicesimo numero della collana Avengers Serie Oro, in uscita settimanale con La Gazzetta dello Sport e Tutto Sport, dal titolo I Vendicatori della Costa Ovest.

Ebbene, la storia parte con il richiamo “Vendicatori Uniti” urlato da Occhio di Falco, solamente che nella nuova tenuta sono solamente lui e sua moglie Mimo, che hanno il compito di formare una nuova squadra di Vendicatori che ricoprirà la Costa Ovest degli Stati Uniti. Gli eroi richiamati oer questo ruolo “d’onore” saranno: Tigra, Wonder Man, Iron Man (che non sarà Tony Stark), Mimo ed il fondatore incaricato Occhio di Falco. Seguiranno di qui le vicende che raccontano i primi inizi di questa nuova squadra, le complicazioni, i primi nemici, ed anche il problema d’ inferiorità che coinvolge alcuni di loro.

Nella seconda parte vediamo, invece, il personaggio di Iron Man più centralizzato nella storia. Un supercriminale che già in passato si era scontrato con Stark, ed ora se la deve vedere con questo nuovo Iron Man privo di esperienza.

Questo volume ricorda molto il genere poliziesco, dato che troviamo questa nuova squadra di eroi a fare indagini, scavando nel passato dei vari criminali, travestendosi ed infiltrandosi nel covo criminale, puntando più sull’ astuzia che sulla forza per poterli sconfiggere.

11037468_1463335140633089_7572396255838735497_n

Partendo anche dal presupposto che uno dei villain apparso nella prima parte, non è ciò che una persona si aspetta di vedere contro il gruppo di Vendicatori, la storyline cattura poco l’attenzione, anche se diciamo che la storia si “risolleva” con i nemici che compaiono successivamente e, nonostante scorra in maniera fluida, non regala al lettore abbastanza emozioni. I disegni sono ben realizzati, ma comunque nulla di eclatante, senza contare che la sceneggiatura di per se non era affascinante.

10458669_1463334813966455_6394493083695867269_n

Il potenziale dei personaggi principali non è stato pienamente sfruttato, è mancato quel fattore che avrebbe reso la storia meno banale. Tuttavia l’ umorismo non è male, seppur in piccola presenza, ma comunque quando c’è strappa sicuramente un sorriso.

Interessante è però vedere le origini e la dinamica di questa grande storia ambientata nella Terra 616, indispensabile se si vuole avere una piena cultura e conoscenza dei personaggi più popolari Marvel; diciamo che è come quando sei a scuola e per fare un compito devi studiarti la parte più noiosa della storia.