Direttamente dall’E3, ecco tanti nuovi dettagli su Marvel’s Avengers, videogioco sui Vendicatori in arrivo il 15 maggio del 2020.

Dopo anni di attesa e ben pochi aggiornamenti, ieri notte durante la conferenza stampa di Square Enix all’E3, è stato presentato ufficialmente Marvel’s Avengers, il misterioso titolo dedicato ai Vendicatori, che sarà giocabile sia in single player che in cooperativa, fino ad un massimo di 4 giocatori.

Durante il panel è stato mostrato il primo trailer ufficiale, che conferma la data d’uscita: 15 maggio del 2020 su PS4, Xbox One, Stadia e PC (qui trovate tutti i dettagli nel nostro speciale).

Ieri sera invece alcuni sviluppatori insieme a Ryan Penagos e Bill Roseman di Marvel Games hanno rivelato alcuni dettagli inediti sul gioco, concentrandosi principalmente sul look dei personaggi, sul combattimento e sul futuro.

Marvel's Avengers

Come avrete sicuramente notato, i protagonisti sono visibilmente diversi dai vari eroi che abbiamo imparato ad amare al cinema con i film sui Vendicatori. Si è trattato di un problema di licenze? Assolutamente no, dato che si tratta di un universo narrativo totalmente slegato da film o fumetti e di una storia originale.

Gli sviluppatori hanno infatti deciso di creare una nuova versione degli eroi per questo gioco, ispirandosi a 60 anni di fumetti, cartoni, film, statue etc per realizzare delle versioni uniche.

Sempre parlando dei personaggi, il team di sviluppo ha aggiunto che, anche se ovviamente ci saranno grandi scene d’azione e superpoteri, l’obiettivo è stato quello di concentrarsi principalmente sul lato più “umano” dei protagonisti.

Tra i villain è stato confermato definitivamente Taskmaster (che dovrebbe comparire nella demo), ma presumibilmente non si tratterà del villain principale, bensì di un “secondario”. Curiosamente, in Marvel’s Spider-Man uscito lo scorso anno, Taskmaster spiega di aver già combattuto gli Avengers in passato, possibile collegamento in vista?

Capitolo gameplay: ogni personaggio è unico e differente. Iron Man avrà ovviamente volo, abilità dell’armatura, razzi etc, a differenza di Hulk e della Vedova Nera, definita come estremamente agile e con tanti gadget a disposizione.

Gli sviluppatori si sono concentrati profondamente sulle abilità di ogni eroe per distinguerlo dagli altri, promettendo una sensazione unica per ognuno di loro e abilità da sbloccare – al punto che sembrerà di giocare ad un suo gioco standalone.

Il gioco includerà anche tanti costumi diversi da sbloccare giocando, sia creati ex novo che tratti dai fumetti (e presumibilmente anche dai film).

Il responsabile dei combattimenti è Vince Napoli, che ha lavorato per ben 5 anni alla saga di God of War. La sua esperienza e le sue abilità insieme all’azione Marvel rappresenteranno la chiave del gameplay.

La co-op sarà limitata a 4 giocatori, sia per quanto riguarda la storia principale che per altre missioni. Per ogni squadra, potrà esserci solo un eroe. Ci sarà una vera e propria “base per le operazioni” da cui poter selezionare missioni cooperative o giocare la campagna.

Il gioco comunque potrà essere giocato anche in single player, ma Roseman invita i fan a collaborare con altri giocatori:

Puoi giocarlo come vuoi, ma vi consiglio di farlo con un vostro amico. E’ più divertente in multiplayer. Ma sì, quasi tutte le cose puoi farle anche da solo.

La campagna sarà solo l’inizio: ci sono piani per tanti nuovi contenuti da rilasciare nei prossimi anni, attingendo a piene mani dalla storia di ogni personaggio. Il gioco viene definito come un “game as a service” per il supporto costante del team di sviluppo, ma è guidato esclusivamente dalla narrativa. Arriveranno nuovi eroi e nuove regioni, mentre per Occhio di Falco, il team creativo ha stuzzicato i fan: “Adoriamo Occhio di Falco, rimanete sintonizzati!

Prima di salutarvi, vi mostriamo i costumi dei protagonisti esposti durante l’E3 insieme allo stand del gioco, dove alcune persone hanno già avuto modo di giocare a una demo ambientata durante l’A-Day:

Fonte