Durante il Comic Con di San Diego è stata annunciata la miniserie Deadpool: Back in Black, che esplorerà il rapporto tra il Deadpool ed il simbionte, prima che esso dia vita a Venom.

Ora lo sceneggiatore Cullen Bunn, nel corso di una nuova intervista con il sito Marvel.com, ha rivelato nuovi dettagli su questa miniserie, che approfondirà un periodo mai narrato della vita di Wade Wilson:

Non potrei essere più felice di tornare a raccontare le storie mai narrate di Deadpool. Adoro l’idea di vedere il personaggio calato in situazioni che fanno parte del passato Marvel. Abbiamo visto spesso questa formula delle storie segrete, ma quando si parla Deadpool, il sapore è sempre diverso. Sono felice che quel che è iniziato quasi per scherzo con Deadpool Secret Secret Wars abbia dato vita a questo filone di storie.

Attraverso gli occhi di Deadpool, il rapporto tra simbionte e ospite ha una natura del tutto particolare. Subito dopo la fusione, lo vedremo tentare di comportarsi come farebbe l’Uomo Ragno, ma la cosa non funziona ed il simbionte avrà dei problemi con questo comportamento. Se pensate che la personalità del simbionte sia problematica, sappiate che Deadpool la sconvolgerà anche di più.

Dopo che il Klyntar e Spider-Man si sono separati, un certo malintenzionato è andato in cerca del primo. Perduto e solo al mondo, il simbionte si è rivolto all’unico altro uomo con cui era entrato in contatto: Wade. In cerca di aiuto, ha trovato un Deadpool che ha aveva voglia di fare il supereroe. Ed eccolo a sparare ragnatele, fermare criminali, fare team-up.

La cosa bella di questo fumetto è che mi permette di scrivere alcuni dei miei personaggi preferiti di un’era di fumetto che adoro: il Power Pack, la Gatta Nera e Kraven. Deadpool si incontrerà con un sacco di altri personaggi della Marvel degli anni Ottanta e con alcuni più recenti che all’epoca non comparivano nelle storie, ma lo faranno ora.

deadpool-back-in-black-1-cover-by-salva-espin-190913