THR spiega che nonostante la disputa di questi giorni, Ray Fisher è ancora in trattative per tornare come Cyborg nel film dedicato a Flash.

Come ben saprete Justice League del 2017 ha avuto una produzione a dir poco travagliata: dopo l’abbandono di Zack Snyder per una tragedia familiare, la Warner Bros. ha ingaggiato Joss Whedon ed ha rimaneggiato completamente la versione originale del regista in pochi mesi, senza rinviare il film e tagliando gran parte di esso.  Dello sviluppo durante la gestione di Joss Whedon è trapelato ben poco in questi anni, il regista non ne ha mai parlato apertamente e non ha neanche partecipato al tour promozionale, ma in estate Ray Fisher ha portato alla luce alcune rivelazioni che hanno fatto ampiamente discutere: il trattamento di cast e crew sul set da parte di Whedon è stato disgustoso, offensivo, non professionale e del tutto inaccettabile.

In questi giorni c’è stato un botta e risposta tra l’attore e la Warner Bros., con Fisher che ha accusato Walter Hamada (presidente DC Films) di aver provato a difendere disperatamente Geoff Johns sacrificando letteralmente Jon Berg e Joss Whedon. Hamada ha risposto all’attore con un comunicato ufficiale smentendo le sue parole e spiegando che la Warner ha deciso di aprire un’indagine interna affidandola ad un investigatore esterno.

Inoltre, Hamada nel comunicato ha menzionato che Fisher si trovava in fase di trattative per riprendere il ruolo di Cyborg nel film dedicato a Flash, in uscita a luglio del 2022. Stando a quanto spiega ora The Hollywood Reporter, ad oggi effettivamente l’attore è ancora in trattative con la Warner nonostante questi dissapori:

A rendere più complessa la questione, Fisher è profondamente in fase di trattative per riprendere il suo ruolo come Cyborg per un cameo in The Flash di Ezra Miller, che verrà girato il prossimo anno ed includerà Ben Affleck e Michael Keaton, le due versioni di Batman.

Al momento non è dato sapere cosa succederà: Walter Hamada deciderà comunque di dare la priorità al film, oppure allontanerà Fisher dal ruolo, soprattutto in vista dei suoi ultimi Tweet?

Fonte