Durante un’intervista Nick Spencer ha parlato dei pesanti avvenimenti nella vita di Steve Rogers, dopo la rivelazione sul motivo per cui si è dichiaro un membro dormiente dell’Hydra.

Attenzione agli spoiler su Captain America: Steve Rogers #2:

Kobik, costrutto del Cubo Cosmico (reincarnata in una ragazzina) sta manipolando i ricordi di Steve convincendolo di essere un agente sotto copertura…e dietro a questo c’è proprio il Teschio Rosso!

Ecco le dichiarazioni di Spencer:

Se ci aspettavamo tutto il rumore fatto dalla rivelazione del primo numero della serie? La cosa peggiore in assoluto sarebbe stato il silenzio. Certo che ci attendevamo un’enorme e rabbiosa reazione, è perfettamente naturale. Causarla era nostra intenzione. Siamo stati l’argomento principe su Facebook, tra i trending topic di Twitter. Ci sono stati letteralmente milioni di post sui social sull’argomento e Chris Evans è stato ritwittato da 85.000 persone. Grandioso. E, come ho già detto, la reazione era del tutto comprensibile.

Ora sarà molto interessante vedere come il pubblico reagirà alla spiegazione che stiamo dando. Non vedevo l’ora, lo confesso. Siamo noi che abbiamo provocato i lettori con il finale del numero #1, alimentando la loro rabbia per oltre un mese

Il tema, qui, sarà quello della natura di una persona contro l’ambiente in cui viene allevata. Quale dei due prevale nella personalità? Kobik ha avuto il Teschio Rosso come figura paterna, è nata dal suo Cubo Cosmico. Il Teschio, quando il frammento del suo Cubo è divenuto senziente, ha colto subito la chance di appropriarsene, divenendo affettuoso sapendo di non poterlo comandare, e questo non fa parte di lui.

Quel che dovremo capire ora è quale sia il grado di connessione di Kobik con l’Hydra e il Teschio. Del resto, quest’ultimo non è mai stato un vero credente del gruppo terroristico, l’ha più sfruttato a proprio vantaggio di quando in quando. L’idea che ha Kobik dell’organizzazione avrà quindi un ruolo centrale negli eventi e sarà tutta da scoprire.

Come da capire sarà l’attuale identità di Steve a seguito delle sue azioni. Il fatto è che Kobik non si è limitata a impiantare una falsa memoria, ma ha riscritto la realtà di Steve quasi interamente. Molti commentatori hanno usato l’espressione “falsi ricordi”, ma non sono falsi. Si tratta di ricordi reali di una realtà artificiale. La realtà dello Steve Rogers che conoscevamo è stata spazzata via. Quella persona non è mai esistita.