Ms. Marvel, Rish Shah difende le intenzioni di Kamran nella serie con protagonista Iman Vellani: “È una brava persona.”

L’8 giugno ha debuttato sulla piattaforma di streaming Disney+ Ms. Marvel, la nuova serie dei Marvel Studios dedicata alla giovane supereroina pakistana-americana Kamala Khan (Iman Vellani) che rivedremo sul grande schermo al fianco di Brie Larson (Carol Danvers/Captain Marvel) e Teyonah Parris (Monica Rambeau) in The Marvels di Nia DaCosta.

Nel corso di un’intervista con l’Hollywood Reporter, Rish Shah ha parlato delle differenze tra la versione del Marvel Cinematic Universe di Kamran rispetto alla controparte fumettistica, difendendo le motivazioni del personaggio nella serie con protagonista Iman Vellani:

“C’è sicuramente una differenza. Nei fumetti, è un villain. È manipolativo, e sfrutta Kamala. Mentre nello show, le sue motivazioni sono pure, vuole appartenere a qualcosa e sentirsi a casa ed ha questa connessione immediata con Kamala in molteplici campi. E poi, ovviamente, verso la fine dello show, è in grado di condividere la connessione con la Noor ottenendo questi poteri e nuove abilità.”

Non mi è stato chiesto di prendere in considerazione i fumetti – e non penso che qualcuno me lo avrebbe mai chiesto a dire il vero – ma ovviamente un sacco di ispirazione per lo show, in generale, deriva dal materiale di partenza. Quindi la serie è fedele ai fumetti in molti modi ma penso che Kamran sia stato reimmaginato nello speranza che potesse essere un po’ più simpatico. [ride] Ha sicuramente una bussola morale distorta e di certo è meno sicuro in merito a dove si trova, ma decide di tradire la sua famiglia e di proteggere Kamala. È una decisione piuttosto importante e, auspicabilmente, dimostra che è una brava persona con buone intenzioni.”