Meera Menon ha parlato del suo coinvolgimento in Ms. Marvel e dell’importanza della rappresentazione nella serie.

L’8 giugno ha debuttato sulla piattaforma di streaming Disney+ Ms. Marvel, la nuova serie dei Marvel Studios dedicata alla giovane supereroina pakistana-americana Kamala Khan (Iman Vellani) che rivedremo sul grande schermo al fianco di Brie Larson (Carol Danvers/Captain Marvel) e Teyonah Parris (Monica Rambeau) in The Marvels di Nia DaCosta.

Nel corso di un’intervista con l’Hollywood Reporter, Meera Menon, regista del secondo e del terzo episodio di Ms. Marvel, ha parlato del suo lavoro sulla serie con Iman Vellani, spiegando di aver sempre manifestato ai Marvel Studios la volontà di far parte di un progetto sul personaggio per via della sua unicità:

Volevo solo far parte di questo progetto in qualche modo, quindi ho fatto sapere sin da subito [ai Marvel Studios] che significava molto per me vedere quella forma di rappresentazione.”

“Ho chiarito subito che, sin dal primo momento in cui lessi i fumetti, pensai ‘Se dovessero mai fare qualcosa con questo personaggio, spero di essere considerata. Spero di essere in relativa vicinanza all’arena, di essere nella stanza per poter essere presa in considerazione per questo.’ Volevo solo farne parte in qualche modo.”

Nel momento in cui le è stato chiesto se sia difficile per lei credere che The Punisher (di cui ha diretto l’undicesimo episodio della seconda stagione) sia sulla stessa piattaforma di Ms. Marvel, la regista ha dichiarato:

“[ride] Sì, mi sembra di averlo fatto tanto tempo fa. Non è poi passato così tanto tempo [da The Punisher], ma ciò dimostra quanto velocemente cambino le cose nell’ambito delle piattaforme di streaming.”

Menon, inoltre, ha spiegato di aver dovuto costruire ed espandere ulteriormente la storia di Kamala sulla base di ciò che i registi Adil El Arbi e Bilall Fallah hanno fatto con il primo episodio:

C’erano alcune cose che erano già molto chiare nei loro episodi e che potevamo continuare, come certi aspetti dell’animazione e dei movimenti di camera, ma c’erano altre cose che erano uniche di questo episodio e del successivo con cui siamo dovuti partire da zero. Tutto è iniziato da ciò che Adil [El Arbi] e Bilall [Fallah] hanno costruito.”

Ricordiamo che Ms. Marvel, scritta da Bisha K. Ali (Quattro matrimoni e un funerale) e diretta da Adil El Arbi e Bilall Fallah (Bad Boys For Life), Meera Menon (The Punisher) e Sharmeen Obaid-Chinoy, vede nel cast Iman Vellani (Kamala Khan/Ms. Marvel), Matt Lintz (Bruno Carrelli), Yasmeen Fletcher (Nakia Bahadir), Laurel Marsden (Zoe Zimmer), Zenobia Shroff (Muneeba Khan), Mohan Kapur (Yusuf Khan), Saagar Shaihk (Aamir Khan), Rish Shah (Kamran), Laith Nakli (Sceicco Abdullah), Aramis Knight (Kareem/Red Dagger), Travina Springer (Tyesha Hillman), Arian Moayed (Agente Cleary) e Alysia Reiner (Agente Deever).

Ms. Marvel

SINOSSI
Marvel Studios’ Ms. Marvel è una nuova serie originale che introduce Kamala Khan, un’adolescente pakistana-americana che cresce a Jersey City. Gamer accanita e vorace autrice di fanfiction, Kamala è una grandissima fan dei supereroi con un’enorme immaginazione… in particolare quando si parla di Captain Marvel. Ma Kamala fa fatica a inserirsi a scuola e a volte persino a casa… finché non ottiene dei superpoteri come gli eroi che ha sempre ammirato. La vita è più facile con i superpoteri, giusto?

Fonte