Il tecnico del suono di Ms. Marvel ha svelato che la seconda metà della serie tratterà argomenti poco familiari agli spettatori occidentali.

L’8 giugno ha debuttato sulla piattaforma di streaming Disney+ Ms. Marvel, la nuova serie dei Marvel Studios dedicata alla giovane supereroina pakistana-americana Kamala Khan (Iman Vellani) che rivedremo sul grande schermo al fianco di Brie Larson (Carol Danvers/Captain Marvel) e Teyonah Parris (Monica Rambeau) in The Marvels di Nia DaCosta.

Nel corso di un’intervista concessa in esclusiva al sito The Direct, Chris Giles, tecnico del suono di Ms. Marvel, ha parlato del suo lavoro e della sua esperienza sulla serie con Iman Vellani. Quando gli è stato chiesto di svelare quale sia il suo episodio preferito, Giles ha ammesso di non poterlo rivelare, spiegando che la seconda metà dello show prenderà una direzione più dinamica e affronterà argomenti poco familiari al pubblico occidentale:

Non posso dirlo. Quando iniziano a costruire più backstory, la serie diventa più dinamica, diversamente da altri progetti dell’MCU. […] Gli episodi che spiccano saranno, secondo me, nella seconda metà della serie perché inizieremo a trattare argomenti di cui molti occidentali potrebbero anche non essere a conoscenza della loro esistenza. Forse se seguite il canon di Ms. Marvel e un paio di altre cose, potreste essere in grado di mettere insieme alcuni pezzi e capire alcune cose. Ma sono affascinato dal fatto che ci siano alcune storie che verranno raccontate attraverso questo medium. Le backstory aiutano a sviluppare questi personaggi. La Marvel viene spesso criticata perché secondo alcuni non c’è lo sviluppo dei personaggi e nei film fanno solo saltare in aria le cose e cose così. Ma specialmente questi progetti streaming con più episodi, sono in grado di sviluppare un sacco di backstory. Ci sono alcune cose molto, molto forti in arrivo.”

Ogni volta che abbiamo la possibilità di visitare qualsiasi altro luogo del pianeta, è incredibile. E sì, noi, alla serie hanno lavorato anche persone provenienti dal Sud est asiatico. Ho avuto modo di lavorare più fianco a fianco con loro e vedere come elaborano il mondo rispetto a come noi elaboriamo il mondo generalmente nella civiltà occidentale. E questa, per me, è stata un’esperienza molto umiliante. Ha aperto un po’ di più il mio universo. È stato molto educativo. Ed è stato davvero un viaggio fantastico.”

Ricordiamo che Ms. Marvel, scritta da Bisha K. Ali (Quattro matrimoni e un funerale) e diretta da Adil El Arbi e Bilall Fallah (Bad Boys For Life), Meera Menon (The Punisher) e Sharmeen Obaid-Chinoy, vede nel cast Iman Vellani (Kamala Khan/Ms. Marvel), Matt Lintz (Bruno Carrelli), Yasmeen Fletcher (Nakia Bahadir), Laurel Marsden (Zoe Zimmer), Zenobia Shroff (Muneeba Khan), Mohan Kapur (Yusuf Khan), Saagar Shaihk (Aamir Khan), Rish Shah (Kamran), Laith Nakli (Sceicco Abdullah), Aramis Knight (Kareem/Red Dagger), Travina Springer (Tyesha Hillman), Arian Moayed (Agente Cleary) e Alysia Reiner (Agente Deever).

Ms. Marvel

SINOSSI
Marvel Studios’ Ms. Marvel è una nuova serie originale che introduce Kamala Khan, un’adolescente pakistana-americana che cresce a Jersey City. Gamer accanita e vorace autrice di fanfiction, Kamala è una grandissima fan dei supereroi con un’enorme immaginazione… in particolare quando si parla di Captain Marvel. Ma Kamala fa fatica a inserirsi a scuola e a volte persino a casa… finché non ottiene dei superpoteri come gli eroi che ha sempre ammirato. La vita è più facile con i superpoteri, giusto?

Fonte