La scena dell’allenamento nel secondo episodio di Ms. Marvel è stata “cambiata in continuazione”, svela la regista Meera Menon.

L’8 giugno ha debuttato sulla piattaforma di streaming Disney+ Ms. Marvel, la nuova serie dei Marvel Studios dedicata alla giovane supereroina pakistana-americana Kamala Khan (Iman Vellani) che rivedremo sul grande schermo al fianco di Brie Larson (Carol Danvers/Captain Marvel) e Teyonah Parris (Monica Rambeau) in The Marvels di Nia DaCosta.

Nel corso di un’intervista con l’Hollywood Reporter, Meera Menon, regista del secondo e del terzo episodio di Ms. Marvel, ha parlato del suo lavoro sulla serie con Iman Vellani. Quando le è stato chiesto di parlare della realizzazione del divertente montaggio del secondo episodio in cui vediamo Kamala scoprire il funzionamento dei suoi poteri insieme a Bruno Carrelli (Matt Lintz), la regista ha spiegato che quella specifica sequenza è stata “cambiata in continuazione” durante lo sviluppo del progetto e perfezionata persino in fase di montaggio:

Questa scena è stata un costante ‘work in progress’. L’abbiamo cambiata in continuazione. Avevamo diverse idee e, nel corso della pre-produzione, abbiamo provato diverse cose. Abbiamo creato una previsualizzazione animata di quella sequenza e abbiamo girato una serie di cose, e poi siamo tornati indietro e abbiamo girato altra roba. Quella sequenza è stata una costante bozza di lavoro di un documento, e riflette il modo in cui Kamala si approccia ai suoi poteri nella storia. Non sa davvero cosa fanno o come maneggiarli correttamente. C’è sempre questa idea che, oltre a dover capire che cosa sia la luce, da dove venga, come plasmarla e come controllarla, dovesse essere abbastanza forte da maneggiarla. Quindi c’è sempre stata la componente di un montaggio dell’allenamento, un montaggio nel montaggio.”

“E c’è sempre stato il momento in cui Kamala guarda Bruno [Matt Lintz] giocare al videogame, quel momento alla Donkey Kong, dove si rende conto che può plasmare la luce in piattaforme sulle quali può saltare, creando un veicolo per sé stessa in aria. Quegli elementi sono sempre stati lì, si è solo trattato di capire come ci sia arrivata, quando ci sia arrivata, e quante cose abbia provato prima di arrivarci. Quindi è sempre stato un work in progress ed è una cosa che è sempre stata perfezionata in fase di montaggio quasi fino alla fine. Abbiamo girato un sacco di scene per quel momento e abbiamo dato al montaggio l’opportunità di trovare il modo più conciso per comunicare quel viaggio.”

Ricordiamo che Ms. Marvel, scritta da Bisha K. Ali (Quattro matrimoni e un funerale) e diretta da Adil El Arbi e Bilall Fallah (Bad Boys For Life), Meera Menon (The Punisher) e Sharmeen Obaid-Chinoy, vede nel cast Iman Vellani (Kamala Khan/Ms. Marvel), Matt Lintz (Bruno Carrelli), Yasmeen Fletcher (Nakia Bahadir), Laurel Marsden (Zoe Zimmer), Zenobia Shroff (Muneeba Khan), Mohan Kapur (Yusuf Khan), Saagar Shaihk (Aamir Khan), Rish Shah (Kamran), Laith Nakli (Sceicco Abdullah), Aramis Knight (Kareem/Red Dagger), Travina Springer (Tyesha Hillman), Arian Moayed (Agente Cleary) e Alysia Reiner (Agente Deever).

Ms. Marvel

SINOSSI
Marvel Studios’ Ms. Marvel è una nuova serie originale che introduce Kamala Khan, un’adolescente pakistana-americana che cresce a Jersey City. Gamer accanita e vorace autrice di fanfiction, Kamala è una grandissima fan dei supereroi con un’enorme immaginazione… in particolare quando si parla di Captain Marvel. Ma Kamala fa fatica a inserirsi a scuola e a volte persino a casa… finché non ottiene dei superpoteri come gli eroi che ha sempre ammirato. La vita è più facile con i superpoteri, giusto?

Fonte