La regista di Ms. Marvel ha riflettuto sul cliffhanger del quarto episodio della serie con protagonista Iman Vellani.

Spoiler

L’8 giugno ha debuttato sulla piattaforma di streaming Disney+ Ms. Marvel, la nuova serie dei Marvel Studios dedicata alla giovane supereroina pakistana-americana Kamala Khan (Iman Vellani) che rivedremo sul grande schermo al fianco di Brie Larson (Carol Danvers/Captain Marvel) e Teyonah Parris (Monica Rambeau) in The Marvels di Nia DaCosta.

Nel corso di un’intervista concessa in esclusiva al sito The Direct, Sharmeen Obaid-Chinoy, regista del quarto e del quinto episodio di Ms. Marvel, ha discusso del cliffhanger del quarto episodio in cui vediamo Kamala rivivere in prima persona la Partizione dell’India del 1947 in quello che sembra essere una specie di viaggio nel tempo. Pur non entrando nei dettagli della spiegazione, la regista ha riflettuto sul significato più profondo della scena finale:

Sai, derivano grandi responsabilità dal raccontare la storia della Partizione. E per la fine del quarto episodio, quando [Kamala] cammina sui binari, ho preso centinaia di fotografie del 1947. Ho lavorato con la crew e il cast per ricreare fotogrammi di vere fotografie. Quando cammina vicino al treno e si trova sui binari, le conversazioni che sta ascoltando, il modo in cui le persone vengono trasportate e gli oggetti di scena… tutto sembra uscito da una vera fotografia.”

In questo modo Kamala è testimone della storia. Non è una supereroina in quel momento. Sta letteralmente sentendo tutte queste conversazioni frenetiche. E penso che quando si prende la cosa sul personale, quando si parla di persone che lasciano le proprie case, chiunque nel mondo possa trovare un connessione.”