Una fanpage su Ms. Marvel ha criticato le recenti scelte di casting della serie, accusando Matt Lintz di essere un sostenitore di Trump.

In occasione del D23 Expo di Anaheim, i Marvel Studios hanno annunciato tre nuove serie ambientate nell’Universo Cinematografico Marvel per la piattaforma di streaming Disney+ tra cui quella incentrata su Kamala Khan a.k.a. Ms. Marvel. Lo scorso ottobre, inoltre, l’autorevole Deadline ha confermato che, dopo una lunga ed impegnativa ricerca da parte del presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, l’attrice esordiente Iman Vellani interpreterà la supereroina.

Nonostante l’attesa per il progetto, nelle ultime ore la fanpage Ms. Marvel News ha specificato su Twitter di non essere associata alla serie dei Marvel Studios facendo riferimento alle accuse di discriminazione di genere di Andrew Brodeur e ai casting – considerati “inappropriati” – di Yasmeen Fletcher e di Zenobia Shroff:

“Alla luce delle recenti controversie nelle scelte di casting, noi di Ms. Marvel News specifichiamo che non siamo affiliati alla serie streaming su Ms. Marvel, e non possiamo giustificarli.”

Andrew Brodeur, che in base alla sua attività social probabilmente sarà coinvolto nello show, ha molteplici accuse di Tipo 9 a suo carico.”

“Yasmeen Fletcher non ha fatto niente di così oltraggioso, ma troviamo inappropriato che una ragazza mezzo-bianca cristiana interpreti Nakia Bahadir.”

“Lo stesso vale per Zanobia Shroff, un’indiana non musulmana scelta per interpretare la madre pakistano-musulmana di Kamala.”

La pagina, inoltre, ha accusato Matt Lintz (interprete di Bruno Carrelli nella serie) di essere un sostenitore di Donald Trump. Alla luce delle accuse nei suoi confronti, l’attore ha fornito una dichiarazione ufficiale su Twitter specificando di non essersi mai voluto schierare politicamente e negando categoricamente queste voci sul suo orientamento politico:

“Sto scrivendo questo perché sono nauseato e stanco di sentire gli stessi commenti negativi e umilianti su di me e su chi sono come persona da qualcuno che non mi ha mai incontrato di persona per un secondo. Sto uscendo allo scoperto per dire che NON SONO UN SOSTENITORE DI TRUMP. Sono un ragazzo di 19 anni che è consapevole di non sapere molto sul mondo della politica e per questo non ne parlo. Preferisco piuttosto essere educato su altri temi così, quando se ne parlerà realmente, saprò di essere stato educato abbastanza bene da potermi esprimere sulla questione. Molti hanno interpretato il fatto che non mi schierassi politicamente come se fossi a favore di un lato o dell’altro, e non è questo il caso. Ho cercato di stare lontano dalle situazioni politiche ma sentivo il bisogno di dirlo. Detto questo, questo sarà il mio ultimo post riguardante qualcosa che ha a che fare con la politica.”

Ricordiamo che la serie su Ms. Marvel, basata sulla run scritta da G. Willow Wilson nel 2016, vedrà Bisha K. Ali nei panni di showrunner. Nel cast dello show sono confermati Iman Vellani (Kamala Khan/Ms. Marvel), Matt Lintz (Bruno Carrelli) e Saagar Shaihk (Aamir Khan). I registi Adil El Arbi e Bilall Fallah (Bad Boys For Life) dirigeranno alcuni episodi della serie insieme a Meera Menon (The Punisher) e a Sharmeen Obaid-Chinoy.

Ms. Marvel

Le nuove date di uscita dei prossimi progetti dei Marvel Studios sono le seguenti: WandaVision (15 Gennaio 2021), Black Widow (7 Maggio 2021), The Falcon and The Winter Soldier (2021), Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings (9 Luglio 2021) Loki (primavera 2021), What If…? (estate 2021), Eternals (5 Novembre 2021), Spider-Man 3 (17 Dicembre 2021), Hawkeye (autunno 2021), Thor: Love and Thunder (11 Febbraio 2022), Doctor Strange in the Multiverse of Madness (25 Marzo 2022), Black Panther 2 (6 Maggio 2022), Captain Marvel 2 (8 Luglio 2022).

Fonte