Ecco la spiegazione della sorprendente scena dopo i titoli di coda presente nel finale di stagione di Ms. Marvel.

Spoiler

L’8 giugno ha debuttato sulla piattaforma di streaming Disney+ Ms. Marvel, la nuova serie dei Marvel Studios dedicata alla giovane supereroina pakistana-americana Kamala Khan (Iman Vellani) che rivedremo sul grande schermo al fianco di Brie Larson (Carol Danvers/Captain Marvel) e Teyonah Parris (Monica Rambeau) in The Marvels di Nia DaCosta.

La scena post-credits (qui trovate la spiegazione completa) rivela indirettamente le origini del bracciale di Kamala: il bracciale di Kamala nel Marvel Cinematic Universe è una reinterpretazione delle Nega-Bande, artefatti creati nei fumetti dalla Suprema Intelligenza dell’Impero Kree e basati a loro volta sulle cosiddette Bande Quantiche.

Le Nega-Bande sono state notoriamente utilizzate da Mar-Vell e da Rick Jones (amico di Hulk e alleato dei Vendicatori) che tendevano a scambiarsi di posto – tramite un meccanismo di teletrasporto molto simile a quello che vediamo nella sequenza finale – nel momento in cui gli oggetti venivano sbattuti tra loro, facendo finire l’altro nella Zona Negativa, una dimensione parallela composta di antimateria e collegata a molte storie dei Fantastici Quattro.

Nello specifico, nei fumetti queste Bega-Bande stabiliscono un contatto telepatico tra i due possessori, un elemento che presumibilmente verrà esplorato anche in The Marvels. Inoltre, nella ella scena iniziale del terzo episodio della serie, oltretutto, veniva menzionata l’esistenza nell’MCU di un secondo bracciale oltre a quello di Aisha, che presumibilmente apparterrà a Carol Danvers.

Non a caso, dopo un misterioso luccichio da parte del bracciale, Kamala viene avvolta da un fascio di energia viola e teletrasportata lontano da Jersey City…. ed a suo posto emerge Carol Danvers alias Captain Marvel (Brie Larson) che si ritrova senza spiegazioni in una stanza tappezzata di poster e disegni che la ritraggono!

Considerando che nel primo film su Captain Marvel è presente anche Mar-Vell (in una versione gender swap interpretata da Annette Bening), la connessione ha decisamente senso.

Ms. Marvel

Ms. Marvel

Ms. Marvel