Ms. Marvel, i registi stuzzicano sui futuri poteri di Kamala Khan nel Marvel Cinematic Universe: “È solo la punta dell’iceberg.”

L’8 giugno ha debuttato sulla piattaforma di streaming Disney+ Ms. Marvel, la nuova serie dei Marvel Studios dedicata alla giovane supereroina pakistana-americana Kamala Khan (Iman Vellani) che rivedremo sul grande schermo al fianco di Brie Larson (Carol Danvers/Captain Marvel) e Teyonah Parris (Monica Rambeau) in The Marvels di Nia DaCosta.

Nel corso di un’intervista concessa al sito The Direct, Adil El Arbi e Bilall Fallah, registi del primo e del sesto episodio di Ms. Marvel, hanno discusso del potenziale narrativo di Kamala Khan, esprimendo la speranza di portare la storia del personaggio ai livelli di quella di Parker Parker (Tom Holland) in Spider-Man: No Way Home (2021) in futuro:

El Arbi: “Beh, per noi, No Way Home è un capolavoro. Penso che, per quanto riguarda i supereroi, Spider-Man 2 di Sam Raimi sia il nostro film sui supereroi preferito di sempre. E vedere il modo in cui hanno realizzato No Way Home è davvero fantastico. È come [Into the] Spider-Verse, che è anche uno dei nostri film preferiti. E Spider-Man: No Way Home ha saputo sfruttare l’ambizione di realizzare storie più potenti, più emozionanti e scene d’azione ancora più folli ed elettrizzanti.”

Fallah: “Il livello da raggiungere è quello. Inoltre, il pubblico può crescere con Kamala Khan, con Ms. Marvel, perché è un personaggio molto giovane. Ed è questo che è sempre nella parte posteriore della nostra mente, raggiungere la qualità di quel film.”

Il duo ha aggiunto che la serie ha mostrato solo la “punta dell’iceberg” dei poteri di Ms. Marvel, indicando che le abilità della protagonista verranno esplorate ulteriormente nei prossimi anni e rese sempre più spettacolari a livello visivo:

Al Arbi: “E penso che, per quanto riguarda i suoi poteri, abbiamo visto solo la punta dell’iceberg di Kamala Khan. Penso che ci sia molto altro che può fare e da questo punto di vista penso che ci sia una grande strada da percorrere, per alcuni poteri ancora più spettacolari.”

Fallah: “E anche di sequenze d’azione.”