La sceneggiatrice di Ms. Marvel ha svelato che gli script originali degli episodi erano lunghi 100 pagine, molte parti sono state tagliate.

L’8 giugno ha debuttato sulla piattaforma di streaming Disney+ Ms. Marvel, la nuova serie dei Marvel Studios dedicata alla giovane supereroina pakistana-americana Kamala Khan (Iman Vellani) che rivedremo sul grande schermo al fianco di Brie Larson (Carol Danvers/Captain Marvel) e Teyonah Parris (Monica Rambeau) in The Marvels di Nia DaCosta.

Nel corso di un’intervista con IndieWire, Bisha K. Ali, head writer e produttrice esecutiva di Ms. Marvel, ha parlato del suo lavoro sulla serie dei Marvel Studios. In particolare, la sceneggiatrice ha svelato che gli script originali degli episodi erano lunghi più di 100 pagine, spiegando che la produzione non è stata “fisicamente” in grado di girare tutte le scene – molte delle quali riguardanti i Pugnali Rossi e i Clandestini – concepite inizialmente:

ImdieWire: “Puoi parlare di qualcosa che non è stato inserito nella serie alla fine?”

Ali:C’era una stesura di 100 pagine per ognuno di questi script che nessuno sarebbe mai stato in grado di girare. Perfezionare e concentrarci sulle cose importanti è stata una grande parte del motivo per il quale [Sana Amanat] era lì sul set. C’era l’intera backstory dei Pugnali Rossi, molta più backstory dei Clandestini e un’intera discussione riguardante il centro sociale e la gentrificazione nella zona. Ad un certo punto tutti i personaggi dovevano trovarsi nel club di teatro a scuola… sarebbero successe un sacco di cose! Ci siamo deliziati con questi personaggi e la cosa entusiasmante è che molti spettatori sono stati felici di passare del tempo con loro. L’istinto era giusto, ma non avevamo fisicamente la capacità di girare tutto quello che volevo fare. Ma penso che abbiamo catturato ugualmente l’essenza di tutte quelle intenzioni, e sono piuttosto orgogliosa di quello che abbiamo avuto alla fine nello show.”