Oscar Isaac ha spiegato la differenza principale tra Moon Knight e gli altri supereroi dell’Universo Cinematografico Marvel.

Il 30 marzo arriverà sulla piattaforma di streaming Disney+ il primo episodio di Moon Knight, la nuova serie prodotta dai Marvel Studios incentrata su uno degli antieroi più amati della Casa delle Idee. Nello show, fortemente ispirato al franchise di Indiana Jones, Steven Grant (Oscar Isaac) scoprirà di soffrire del disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector, portandolo ad imbarcarsi in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Durante la conferenza stampa per la serie, Oscar Isaac ha parlato delle differenze tra la sua interpretazione di Moon Knight nel Marvel Cinematic Universe e i suoi precedenti ruoli in altri franchise come Star Wars e Dune, spiegando che lo show dei Marvel Studios rappresentava una “vera opportunità per fare qualcosa di completamente diverso“:

“Quando abbiamo iniziato a discuterne – con Grant [Curtis], Kevin [Feige] e Mohamed [Diab] – ci sembrava che fosse una vera opportunità per fare qualcosa di completamente diverso, in particolare con l’MCU, e di concentrarci sul conflitto interiore di questo personaggio e di usare l’iconografia egizia e il linguaggio del genere dei supereroi per parlare della vera lotta interiore di questo personaggio.”

“E anche per creare un personaggio indelebile e inusuale, soprattutto con Steven. Quando ho capito quale sarebbe stata la mia interpretazione di Steven e l’ho illustrata agli altri, tutti hanno accolto a braccia aperte la mia proposta. Mi sono reso conto di avere dei collaboratori incredibili, è stata una vera avventura creativa.”

Quando gli è stato chiesto cosa differenzi Marc Spector e Steven Grant dagli altri Avengers e supereroi del Marvel Cinematic Universe, l’attore ha spiegato che il disturbo dissociativo dell’identità di cui soffre il protagonista ha permesso di creare una storia unica e “terrificante“:

Penso che la storia sia raccontata dal suo punto di vista. Ciò significa che vivrete nella pelle di questa persona, e vedrete accadere delle cose. Le vivrete mentre le vive lui. È qualcosa di terrificante. Penso che in particolare con Steven ci sia un senso dell’umorismo diverso da qualsiasi altra cosa che abbiamo visto in passato. Penso che in particolare la Marvel abbia fatto un lavoro fantastico nel combinare azione e commedia in modo grandioso. Ed ho pensato che con Steven ci fosse un’opportunità per fare un tipo diverso di commedia con qualcuno che non sa di essere divertente. E questo è stato molto entusiasmante, così come lo è stato trovare un contraltare in Marc, avvicinandoci un po’ allo stereotipo del vigilante dark e torturato ma quello che lo rende così speciale è che ha questo tizio inglese che vive dentro di lui.

Ricordiamo che Moon Knight, scritta da Jeremy Slater (The Umbrella Academy) e Beau DeMayo (The Witcher) e diretta da Mohamed Diab e da Justin Benson e Aaron Moorhead, vede nel cast Oscar Isaac (Steven Grant/Marc Spector), Ethan Hawke (Arthur Harrow), May Calamawy (Layla El-Faouly), F. Murray Abraham (Khonshu), Gaspard Ulliel (Anton Mogart/Midnight Man).

Moon Knight Oscar Isaac Wolverine

SINOSSI
Marvel Studios’ Moon Knight segue la storia di Steven Grant, timido e garbato commesso che lavora in un negozio di souvenir, il quale viene tormentato da una serie di blackout e ricordi di un vita che non ha vissuto. Steven scopre di soffrire di un disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector. Con l’arrivo dei nemici di Steven/Marc, i due devono navigare attraverso le complesse acque delle proprie identità, mentre si imbarcano in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Fonte