Il capo sceneggiatore di Moon Knight risponde ai timori dei fan sulla potenziale rappresentanzione stereotipica di Jake Lockley.

Il 30 marzo è stato rilasciato su Disney+ il primo episodio di Moon Knight, la nuova serie prodotta dai Marvel Studios incentrata su uno degli antieroi più amati della Casa delle Idee. Nello show, ispirato al franchise di Indiana Jones, Steven Grant (Oscar Isaac) scoprirà di soffrire del disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector, portandolo ad imbarcarsi in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Nel corso di una recente intervista concessa in esclusiva al sito The Direct, Jeremy Slater, capo sceneggiatore e produttore esecutivo di Moon Knight, ha commentato le preoccupazioni dei fan del Marvel Cinematic Universe in merito alla potenziale rappresentazione stereotipica di Jake Lockley, spiegando che, anche se la decisione finale spetta ai Marvel Studios o al team creativo che si occuperà del personaggio, la terza personalità di Marc potrebbe non essere “malvagia” come nei fumetti e avere delle motivazioni originali:

L’idea di introdurre Jake e di non renderlo cattivo, perché non… Ho visto molte persone su Twitter infelici poiché pensano che Jake ricada nello stereotipo della personalità malvagia che abbiamo visto in film come Split e cose del genere. Dal mio punto di vista, non sappiamo abbastanza su Jake per fare una considerazione come quella… alla fine, la decisione spetterà a chi prenderà le redini della storia ma dal mio punto di vista la cosa interessante di Jake è: qual è il suo rapporto con Khonshu? Perché è così disposto a fare queste cose orribili per volere di Khonshu? Perché è l’unico che crede nella missione di Khonshu? Penso ci siano un sacco di domande come queste a cui non è ancora stata fornita una risposta.”

Penso che rendere Jake un tizio cattivo generico probabilmente sarebbe la direzione meno entusiasmante o meno interessante in cui portare il personaggio in futuro. Non ho idea di dove andrà Jake, e di quali sceneggiatori e registi lo porteranno in vita ma credo ci sia un sacco di potenziale. Penso che abbiamo solo stuzzicato sull’esistenza di questo personaggio per ora. Non sappiamo nulla di lui… Non penso sia malvagio. È una decisione che spetta alla Marvel, non a me, ma penso che definirlo cattivo sarebbe un errore arrivati a questo punto del gioco.”

Ricordiamo che Moon Knight, scritta da Jeremy Slater (The Umbrella Academy), Beau DeMayo (The Witcher), Sabir Pirzada (Roswell, New Mexico) e Peter Cameron (WandaVision) e diretta da Mohamed Diab e da Justin Benson e Aaron Moorhead, vede nel cast Oscar Isaac (Steven Grant/Marc Spector), Ethan Hawke (Arthur Harrow), May Calamawy (Layla El-Faouly), F. Murray Abraham (Khonshu), Gaspard Ulliel (Anton Mogart).

Moon Knight

SINOSSI
Marvel Studios’ Moon Knight segue la storia di Steven Grant, timido e garbato commesso che lavora in un negozio di souvenir, il quale viene tormentato da una serie di blackout e ricordi di un vita che non ha vissuto. Steven scopre di soffrire di un disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector. Con l’arrivo dei nemici di Steven/Marc, i due devono navigare attraverso le complesse acque delle proprie identità, mentre si imbarcano in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Fonte