L’head writer di Moon Knight ha commentato l’introduzione di [SPOILER] nel finale di stagione della serie con Oscar Isaac.

Spoiler

Il 30 marzo è stato rilasciato su Disney+ il primo episodio di Moon Knight, la nuova serie prodotta dai Marvel Studios incentrata su uno degli antieroi più amati della Casa delle Idee. Nello show, ispirato al franchise di Indiana Jones, Steven Grant (Oscar Isaac) scoprirà di soffrire del disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector, portandolo ad imbarcarsi in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Nella scena dopo i titoli di coda del finale di stagione vediamo Arthur Harrow su una sedia a rotelle all’interno dello stesso identico ospedale psichiatrico visto nel quarto episodio della serie. In sottofondo, inoltre, possiamo sentire il brano “Más Allá del Sol” di Manuel Bonilla, la stessa canzone presente nella sequenza finale del quinto episodio ambientata nei Campi di Iaru. Il personaggio interpretato da Ethan Hawke, a questo punto, viene prelevato da un misterioso individuo vestito di nero e condotto in una limousine. Una volta salito sul veicolo, Harrow si trova faccia a faccia con Khonshu che spiega al suo interlocutore “Marc Spector credeva veramente che dopo esserci detti addio avrei voluto sua moglie come mio avatar. Perché mai dovevo desiderare qualcun altro? Non ha proprio idea di quanto sia disturbato.” e gli rivela l’identità del suo visitatore: Jake Lockley, la terza personalità di Marc Spector.

Moon Knight

Nel corso di un’intervista concessa a Marvel.com, Jeremy Slater, head writer di Moon Knight, ha commentato l’apparizione di Jake Lockley nel finale di stagione, spiegando che l’obiettivo del team creativo era di sorprendere i non appassionati di fumetti e di incuriosirli con il mistero riguardante la terza personalità del protagonista:

Sapevamo sin dall’inizio che i fan sarebbero andati a caccia di riferimenti e indizi sul fatto che Jake Lockley sarebbe apparso nella serie. Il nostro team si è concentrato sulle persone che erano completamente all’oscuro del personaggio e della dinamica [delle personalità]. Ci siamo detti ‘Dobbiamo fare in modo che il mistero funzioni e sia soddisfacente per i neofiti alla storia di Moon Knight.’

È stato un atto di bilanciamento che ha coinvolto il mio team di sceneggiatori ma anche i registi, i produttori esecutivi fino a Kevin Feige e che ci ha spinto a domandarci: quanti indizi dobbiamo seminare? È una rivelazione soddisfacente? Stiamo anticipando troppo la sua introduzione? O lo stiamo anticipando troppo poco?

Ricordiamo che Moon Knight, scritta da Jeremy Slater (The Umbrella Academy), Beau DeMayo (The Witcher), Sabir Pirzada (Roswell, New Mexico) e Peter Cameron (WandaVision) e diretta da Mohamed Diab e da Justin Benson e Aaron Moorhead, vede nel cast Oscar Isaac (Steven Grant/Marc Spector), Ethan Hawke (Arthur Harrow), May Calamawy (Layla El-Faouly), F. Murray Abraham (Khonshu), Gaspard Ulliel (Anton Mogart).

Moon Knight

SINOSSI
Marvel Studios’ Moon Knight segue la storia di Steven Grant, timido e garbato commesso che lavora in un negozio di souvenir, il quale viene tormentato da una serie di blackout e ricordi di un vita che non ha vissuto. Steven scopre di soffrire di un disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector. Con l’arrivo dei nemici di Steven/Marc, i due devono navigare attraverso le complesse acque delle proprie identità, mentre si imbarcano in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Fonte