Il regista di Moon Knight ha svelato quali elementi del personaggio vorrebbe esplorare in futuro nel Marvel Cinematic Universe.

Il 30 marzo è stato rilasciato su Disney+ il primo episodio di Moon Knight, la nuova serie prodotta dai Marvel Studios incentrata su uno degli antieroi più amati della Casa delle Idee. Nello show, ispirato al franchise di Indiana Jones, Steven Grant (Oscar Isaac) scoprirà di soffrire del disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector, portandolo ad imbarcarsi in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Durante un’intervista promozionale con Discussing Film, il regista Mohamed Diab ha parlato a ruota libera del suo lavoro sulla serie dopo la messa in onda del finale di stagione di Moon Knight. Nel momento in cui gli è stato chiesto se ci siano degli aspetti dei fumetti sul personaggio o della mitologia egizia che vorrebbe esplorare in eventuali progetti futuri, Diab ha dichiarato:

“Innanzitutto, la Marvel è molta segreta [circa i suoi piani] ed è parte del divertimento quando lavori con loro o guardi quello che stanno facendo. Non so se ci sarà una seconda stagione o no e non sto facendo come Andrew Garfield. Sono sicuro che ci sarà un’estensione di questo personaggio perché è stato un successo. Oscar e May sono grandiosi, sono sicuro che torneranno se dovesse esserci una seconda stagione, un film o un altro progetto. Penso davvero di aver avuto il miglior personaggio che volevo dall’MCU.”

Il mio unico sogno è di vederli maggiormente integrati nel mondo Marvel e vedere come interagirà con gli altri personaggi. Penso che li farebbe impazzire se parlasse con loro essendo una persona che crea legami e che poi, improvvisamente, diventa qualcun’altro. Immagina se fossi tuo amico e, all’improvviso, diventassi una persona diversa che ti odia a morte e non ti sopporta. Adoro la dinamica delle tre personalità. Non vedo l’ora di vederlo interagire con altri lati dell’Universo Marvel.”