Ethan Hawke ha spiegato spiega perché i Marvel Studios sono diversi da qualsiasi altro studio Hollywoodiano.

Il 30 marzo è stato rilasciato su Disney+ il primo episodio di Moon Knight, la nuova serie prodotta dai Marvel Studios incentrata su uno degli antieroi più amati della Casa delle Idee. Nello show, ispirato al franchise di Indiana Jones, Steven Grant (Oscar Isaac) scoprirà di soffrire del disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector, portandolo ad imbarcarsi in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Nel corso di un’intervista con Variety, Ethan Hawke, interprete di Arthur Harrow in Moon Knight, ha parlato della sua esperienza con i Marvel Studios e della differenza tra la compagnia di Kevin Feige e gli altri studios Hollywoodiani. L’attore, che per sua stessa ammissione è stato critico nei confronti dei film sui supereroi in passato, ha guadagnato una prospettiva completamente nuova sul genere non appena i Marvel Studios hanno accolto le sue proposte e le sue idee e permesso al team creativo dietro allo show di portare in vita la propria visione:

“Ogni altra esperienza che ho avuto in passato con i film è generalmente che più soldi si hanno a disposizione, più è spaventoso il lato produttivo. Vogliono che tu faccia queste cose fatte con lo stampino, fai quello che ti pagano di fare senza esprimere le tue idee.”

Chiaramente la Marvel ha un ottimo rapporto con gli attori. La metafora che mi piace usare è: tu devi cucinare nella loro cucina e usare i loro ingredienti, ma una volta che sei in cucina, e hai le loro provviste, puoi fare quello che vuoi. Quindi è stato molto divertente in un certo senso.”

Sono rimasto colpito. Hanno un’enorme fiducia. Un sacco di persone che hanno successo diventano fragili e arroganti. Le belle persone, invece, si fidano, credono negli altri e piuttosto che avere potere sulle persone, danno quel potere alle persone. Hanno dato potere a Oscar [Isaac], a Mohamed [Diab], a me, a May [Calamawy] e ad altre persone che lavorano allo show per darci la possibilità di divertirci un po’ e cercare di fare qualcosa che avessimo a cuore e di cui ci importasse. Sostanzialmente la loro è una scommessa: se piacciono a noi, allora piaceranno ad altre persone.”

Ricordiamo che Moon Knight, scritta da Jeremy Slater (The Umbrella Academy), Beau DeMayo (The Witcher), Sabir Pirzada (Roswell, New Mexico) e Peter Cameron (WandaVision) e diretta da Mohamed Diab e da Justin Benson e Aaron Moorhead, vede nel cast Oscar Isaac (Steven Grant/Marc Spector), Ethan Hawke (Arthur Harrow), May Calamawy (Layla El-Faouly), F. Murray Abraham (Khonshu), Gaspard Ulliel (Anton Mogart).

Moon Knight

SINOSSI
Marvel Studios’ Moon Knight segue la storia di Steven Grant, timido e garbato commesso che lavora in un negozio di souvenir, il quale viene tormentato da una serie di blackout e ricordi di un vita che non ha vissuto. Steven scopre di soffrire di un disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector. Con l’arrivo dei nemici di Steven/Marc, i due devono navigare attraverso le complesse acque delle proprie identità, mentre si imbarcano in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Fonte