Ethan Hawke ha parlato della sfida di interpretare un villain “malevolo ma sano di mente” come Arthur Harrow in Moon Knight.

Il 30 marzo arriverà sulla piattaforma di streaming Disney+ il primo episodio di Moon Knight, la nuova serie prodotta dai Marvel Studios incentrata su uno degli antieroi più amati della Casa delle Idee. Nello show, fortemente ispirato al franchise di Indiana Jones, Steven Grant (Oscar Isaac) scoprirà di soffrire del disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector, portandolo ad imbarcarsi in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Nel corso di un’intervista promozionale con Collider, Ethan Hawke ha discusso della sua interpretazione di Arthur Harrow in Moon Knight. Quando gli è stato chiesto di parlare del suo approccio al look e alla voce del personaggio, l’attore ha descritto il suo personaggio come un “incrocio tra un dottore e un monaco“, riflettendo sul rapporto tra i villain e gli eroi e sulla sfida di interpretare un antagonista “malevolo” ma “sano di mente“:

“Sai, non avevo mai fatto un film Marvel ma sono un fan, amo i fumetti e tutti i generi di film. Più li studi, più ti rendi conto che un eroe vive in opposizione con il suo villain. Il viaggio dell’eroe avviene grazie al villain, è lui che lo rende tale. Perciò sapevo di dover lavorare in sinergia con Oscar [Isaac]. Se lui era multidimensionale, mutevole e incostante come la luna, io dovevo essere costante. Se lui era sbilanciato, io dovevo essere bilanciato. Se lui era rotto con i bordi affilati, io dovevo essere morbido e delicato. Ciò ha aiutato molto l’andamento della storia. È stata una sfida… come presenti una persona che è totalmente sana di mente ma che è malevolo? Ho iniziato a vederlo come una specie di incrocio tra un monaco e un dottore. In parte un Carl Jung che lo studia e lo ha a cuore e in parte un monaco benevolente. È un po’ come quando trovi una persona che crede di essere spiritualmente illuminata ma che ha in realtà un fondo oscuro e sinistro. Trovo questi personaggi molto spaventosi… ad esempio, l’nfermiera Ratched in Qualcuno volò sul nido del cuculo. È così tenera, premurosa e gentile… ma anche terrificante, perché quando tutti sanno esattamente cosa sia la sanità mentale inizi a sentirti pazzo intorno a loro. Quindi è così che ho costruito il ruolo. L’ho creato sulla base di quello che pensavo sarebbe stato un buon contraltare per una mente torturata.”

Ricordiamo che Moon Knight, scritta da Jeremy Slater (The Umbrella Academy) e Beau DeMayo (The Witcher) e diretta da Mohamed Diab e da Justin Benson e Aaron Moorhead, vede nel cast Oscar Isaac (Steven Grant/Marc Spector), Ethan Hawke (Arthur Harrow), May Calamawy (Layla El-Faouly), F. Murray Abraham (Khonshu), Gaspard Ulliel (Anton Mogart/Midnight Man).

Moon Knight

SINOSSI
Marvel Studios’ Moon Knight segue la storia di Steven Grant, timido e garbato commesso che lavora in un negozio di souvenir, il quale viene tormentato da una serie di blackout e ricordi di un vita che non ha vissuto. Steven scopre di soffrire di un disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector. Con l’arrivo dei nemici di Steven/Marc, i due devono navigare attraverso le complesse acque delle proprie identità, mentre si imbarcano in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.