Moon Knight – Chi è Jake Lockley? Ecco la spiegazione completa del personaggio nei fumetti e nel Marvel Cinematic Universe.

Spoiler

Il 30 marzo è stato rilasciato su Disney+ il primo episodio di MoonKnight, la nuova serie prodotta dai Marvel Studios incentrata su uno degli antieroi più amati della Casa delle Idee. Nello show, ispirato al franchise di Indiana Jones, Steven Grant (Oscar Isaac) scoprirà di soffrire del disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector, portandolo ad imbarcarsi in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.

Nella scena dopo i titoli di coda del finale di stagione vediamo Arthur Harrow in sedia a rotelle all’interno dello stesso identico ospedale psichiatrico visto nel quarto episodio della serie. In sottofondo, inoltre, possiamo sentire il brano “Más Allá del Sol” di Manuel Bonilla, la stessa canzone presente nella sequenza finale del quinto episodio ambientata nei Campi di Iaru. Il personaggio interpretato da Ethan Hawke, a questo punto, viene prelevato da un misterioso individuo vestito di nero e condotto in una limousine. Una volta salito sul veicolo, Harrow si trova faccia a faccia con Khonshu che spiega al suo interlocutore “Marc Spector credeva veramente che dopo esserci detti addio avrei voluto sua moglie come mio avatar. Perché mai dovevo desiderare qualcun altro? Non ha proprio idea di quanto sia disturbato.” e gli rivela l’identità del suo visitatore: Jake Lockley, la terza personalità di Marc Spector.

Moon Knight

L’apparizione di Jake spiega finalmente alcuni atteggiamenti alquanto sospetti del protagonista e si ricollega a degli indizi sparsi nei precedenti episodi. Ad esempio, nella prima puntata Steven Grant, pur essendo vegano, invita una sua collega ad un ristorante a base di carne per un appuntamento mentre in quella successiva scopriamo che Marc Spector ama realmente sua moglie Layla e vuole proteggerla a tutti i costi da Khonshu. Nel terzo episodio, invece, Marc scopre di aver ucciso i seguaci di Arthur Harrow che aveva precedentemente affrontato: il problema si pone quando lui non ricorda di averli uccisi e anche Steven ammette che non avrebbe mai fatto una cosa del genere.

Nel corso del tempo, i fumettisti e gli sceneggiatori che si sono alternati a raccontare le avventure del personaggio hanno affrontato la questione delle personalità in maniera sempre diversa, ognuno secondo la propria sensibilità. Nonostante le origini e la natura di queste identità siano state spesso oggetto di retcon da parte degli autori, tra le personalità convenzionali di Moon Knight, oltre a quella “originale” del mercenario Marc Spector, occorre citare il milionario Steven Grant e il tassista Jake Lockley. Originariamente il personaggio non soffriva del disturbo dissociativo dell’identità visto che le personalità di Steven e Jake erano state create da Marc per svolgere la sua attività da giustiziere. Nel 1985, tuttavia, Alan Zelenetz cambiò questa caratteristica di Marc svelando che Moon Knight sviluppò delle vere e proprie personalità multiple derivanti dallo stress di mantenere quattro identità.

Moon Knight

Nella run di Warren Ellis, invece, viene spiegato che le varie identità di Marc Spector sono le manifestazioni dei quattro aspetti di Khonshu (il viaggiatore, l’esploratore, l’abbracciatore e il difensore di chi viaggia nella notte) mentre nel ciclo di Jeff Lemire viene lasciato intendere che alcune di queste personalità – che Marc interpreta come amici – sono emerse durante l’infanzia in seguito ad eventi traumatici, causando disagio e una conseguente disapprovazione da parte del padre per la condizione psichica del figlio.

Moon Knight Nei fumetti della Casa delle Idee Jake Lockley è sempre stato rappresentato come un tassista con numerosi contatti con informatori e spie che gli hanno permesso di anticipare le mosse dei suoi nemici e dei criminali ma nelle run più recenti ha dimostrato di essere anche la personalità più violenta, fredda e aggressiva di Marc Spector, arrivando persino a nascondere le sue discutibili attività alla personalità “originaria”. Nel Marvel Cinematic Universe, invece, Jake è stato presentato come uno chauffeur di limousine di lingua spagnola e, pur non sfoggiando i caratteristici baffi della controparte cartacea, indossa un berretto molto simile a quello che il personaggio porta nei fumetti.

Jake Lockley Moon Knight

Ricordiamo che Moon Knight, scritta da Jeremy Slater (The Umbrella Academy), Beau DeMayo (The Witcher), Sabir Pirzada (Roswell, New Mexico) e Peter Cameron (WandaVision) e diretta da Mohamed Diab e da Justin Benson e Aaron Moorhead, vede nel cast Oscar Isaac (Steven Grant/Marc Spector), Ethan Hawke (Arthur Harrow), May Calamawy (Layla El-Faouly), F. Murray Abraham (Khonshu), Gaspard Ulliel (Anton Mogart).

SINOSSI
Marvel Studios’ Moon Knight segue la storia di Steven Grant, timido e garbato commesso che lavora in un negozio di souvenir, il quale viene tormentato da una serie di blackout e ricordi di un vita che non ha vissuto. Steven scopre di soffrire di un disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il proprio corpo con il mercenario Marc Spector. Con l’arrivo dei nemici di Steven/Marc, i due devono navigare attraverso le complesse acque delle proprie identità, mentre si imbarcano in un viaggio verso un mortale mistero tra i potenti Dei dell’Egitto.