Bryan Singer ha svelato un momento parecchio intenso sul set di X-Men: Apocalypse, con protagonista Michael Fassbender, che interpreta Magneto. Stando alle parole del regista, l’interpretazione di Fassbender sarà davvero profonda:

Michael Fassbender ha fatto una cosa meravigliosa per questo film. Eravamo alla fine di una scena, lui mi aveva chiesto di non urlare ‘stop’ e di lasciarlo continuare. Mi ha fatto piangere…non mi era mai successo prima. Anche Simon Kinberg, lo sceneggiatore senza emozioni, si è commosso. È stato splendido, nessun attore ha mai fatto questo con me, la scena è salita di livello. È un momento straziante e profondo in una scena non molto tipica per i cinecomic, quindi spero che resti nel montaggio definitivo. Dopo la sua performance, sono andato da lui, l’ho abbracciato e gli ho detto: ‘Grazie, Michael, per questo regalo. Ora però devi rifarla’. E l’ha rifatta, con la stessa fottuta emozione.

Singer ha poi parlato di altre due star del film, facendo una piccola critica al mondo del cinema, che difficilmente loda le interpretazioni degli attori presenti nei cinecomic:

Fassbender è un grande, può passare dal momento più emotivamente devastante a ballare la breakdance a ritmo di Blurred Lines tra due ciak. Lui, James McAvoy ed il villain Oscar Isaac sono tra gli attori viventi più bravi. Nessuno tesserà le loro lodi, nessuno darà loro un premio perché sono in un film di X-Men e i cinevomic, che non attirano quella gente lì, ma in X-Men: Apocalypse la loro prova è straordinaria.