Scot Amos, Studio Head di Crystal Dynamics, parla del contributo di Stan Lee per la trama di Marvel’s Avengers, gioco che uscirà il prossimo maggio.

Nel corso di una recente intervista, Scot Amos, Studio Head di Crystal Dynamics, ha spiegato che nelle prime fasi di sviluppo del videogioco Marvel’s Avengers, alcuni membri del team creativo hanno incontrato Stan Lee per parlare con lui della storia e dell’utilizzo degli eroi, ricevendo alcuni preziosi consigli.

Amos non ha rivelato particolari dettagli in merito al coinvolgimento di Stan Lee, ma stando alle sue parole, potrebbe essere relativo alla caratterizzazione dei personaggi; non ha avuto un ruolo nello sviluppo effettivo, ma ha dato comunqueconsigli utili:

Stan adorava questi personaggi. Abbiamo chiesto a lui cosa avrebbe voluto fare e quale era la sua idea di caratterizzazione. Avevamo domande ed abbiamo chiesto a Marvel cosa avremmo potuto chiederli, quale tipo di relazione c’era con lui e come muoverci al meglio.

La bellezza di Stan stava nel fatto che aveva creato questi personaggi perché voleva amarli e goderseli. Aveva questa idea che un qualsiasi fumetto avrebbe potuto essere il primo di qualcuno, e questa cosa mi ha impressionato. […] Vogliamo farvi innamorare di questi eroi per la prima volta, oppure farvi innamorare di loro per l’ennesima volta.

Abbiamo ricevuto delle perle di saggezza da un uomo che ha creato dei personaggi incredibili, ci siamo chiesti non tanto come omaggiarlo, ma come avremmo potuto indossare questo mantello, assumerci questa responsabilità. Come possiamo portare questi personaggi alle nuove generazioni di fan e giocatori?

Vi ricordiamo infine che Marvel’s Avengers uscirà il 15 maggio del 2020 su PS4, Xbox One, Stadia e PC.

Fonte