In occasione della Gamescom di Colonia, abbiamo avuto l’occasione di provare Marvel’s Avengers, il gioco dedicato ai Vendicatori in uscita il 15 maggio del 2020 su PS4, Xbox One, Stadia e PC

Annunciato ufficialmente durante l’E3 2019 di Los Angeles, Marvel’s Avengers ha avuto un’accoglienza non proprio esaltante, tanto da far disperdere in una manciata di ore l’entusiasmo che avvolgeva prepotentemente l’intera community amante della Casa delle Idee. Tra un filmato introduttivo non proprio esaltante ed evidenti incomprensioni lato comunicazione, il prodotto di Square Enix e Crystal Dynamics è tornato nuovamente in un vero e proprio alone di mistero.

Fortunatamente, in occasione della Gamescom 2019 di Colonia, per la prima volta è stata data la possibilità di provare con mano il titolo e, soprattutto, scambiare quattro chiacchiere con gli sviluppatori. Risultato? Tanti personali dubbi e perplessità che, in un’ora e mezza di appuntamento con la stampa, sono stati parzialmente fugati e trasformati in speranza verso un prodotto che, per quel che ho potuto osservare e testare, ha un potenziale decisamente promettente. 

Marvel’s Avengers

Avengers Assemble!

Come detto, tante personali convinzioni sono state ribaltate grazie a una interessante Demo (simil tutorial), utile a carpire appieno le caratteristiche di ciascuno degli Eroi e, soprattutto, scoprire il gameplay. Lato trama c’è poco da dire, quel che ho visto non è altro che il prologo (già visibile poi in alcuni frangenti del recente filmato pubblicato da Square Enix).

Lato gameplay la situazione invece si fa più interessante, vi spiego brevemente: il Thor di turno, ad esempio, ha in dono una ruota di abilità che si ricaricano col tempo e da sfruttare in combinazione con classici attacchi fisici e non solo. Un modus operandi dunque molto standard che, per il momento, da un buon feeling al giocatore: con il Dio del Tuono potrete ad esempio lanciare il martello su un nemico, con Iron Man effettuare manovre evasive in cielo e con Hulk spaccare semplicemente ogni cosa presente. Avrete ben chiare le caratteristiche di ciascun Vendicatore, dunque senza soffermarmi ulteriormente, al momento ho avuto l’impressione di un leggero sbilanciamento di “potere” tra un personaggio e l’altro e, soprattutto, di una possibile ripetitività negli scontri. Positiva la boss fight tra la Vedova Nera e Taskmaster, piacevole osservare come si sia deditamente voluto replicare ogni caratteristica del villain; speriamo che questo lavoro venga effettuato anche per tutti gli altri che saranno presenti e che al momento ignoriamo.

Sarebbe ingiusto criticare il lato tecnico di Marvel’s Avengers visto che, ed è bene rimarcarlo, uscirà a maggio del 2020. C’è tempo per far lavorare serenamente Crystal Dynamics e rifinire per bene il prodotto. Lo faranno, c’è passione in quel che stanno producendo.

Quattro chiacchiere con gli sviluppatori

Dopo aver completato la Demo, è arrivata forse la parte più importante dell’incontro che, aiutata da un riscontro positivo in sede di prova, mi ha fatto realmente comprendere quanta serietà e dedizione sia stata immessa in Marvel’s Avengers: l’incontro con Scot Amos, Art Director di Crystal Dynamics.

Grazie alla sua presentazione, finalmente, ho avuto ben chiara la linea intrapresa dal team di sviluppo: un percorso colmo di ore ed ore di studio degli oltre 80 anni di storia della Marvel. È lampante quel che affermo dopo aver osservato la maniacale cura nella riproduzione di svariati costumi che saranno presenti all’interno (non posso dirvi di più, ma sappiate che i cultori del fumetto impazziranno di gioia) e in tante velate sfaccettature che denotano la passione immessa all’interno di Marvel’s Avengers.

Marvel’s Avengers

Tante sono le cose dette a quattr’occhi e poche quelle di cui posso dirvi di più. Tranquilli, almeno una risposta a una mia domanda posso condividerla e riguarda, vero stupore per chi mi conosce bene, il design di Captain America. A tal proposito, su mia precisa richiesta, Scot Amos ha affermato che, rispetto agli altri Vendicatori, su Steve Rogers hanno voluto espressamente creare un look inedito al fine di renderlo proprio. Insomma, il Captain America di Crystal Dynamics. Un dettaglio non di poco conto se ci pensate che attesta, ancor più, quali persone siano dietro a questo progetto.

Infine ho potuto osservare alcune delle componenti RPG presenti in Marvel’s Avengers che daranno, ne sono sicuro, profondità e studio di ciascuno dei personaggi presenti e giocabili. Proprio come nel più classico dei giochi di ruolo, anche qui potrete ottenere/sbloccare dei nuovi equipaggiamenti utili a migliore l’attacco, difesa, resistenza e abilità di Iron Man, Thor e molti altri ancora. Funziona molto bene.

In conclusione…

Come detto nell’incipit di questo articolo, Marvel’s Avengers può essere potenzialmente un fenomeno ludico che, senza tanti giri di parole, potrà fungere da raccordo tra gli amanti del fumetto e della filmografia legata alla Casa delle Idee. Tante sono le cose da migliorare e tanto è il tempo che ci separa da poterlo avere tra le mani, guardiamo quindi il tutto con fiducia.

Vi ricordo infine che il titolo sarà ufficialmente disponibile a partire dal 15 maggio 2020 su PlayStation 4, Xbox One, Google Stadia e PC. Rimanete costantemente connessi sulle pagine di Comics Universe per ulteriori aggiornamenti in merito.