Ecco la nostra intervista a Scot Amos, Studio Head di Crystal Dynamics, che ci ha parlato di Marvel’s Avengers, del ruolo di Kamala Khan, delle ispirazioni ai fumetti e tanto altro.

Durante l’ultima edizione di Lucca Comics & Games, grazie a Square Enix, Crystal DynamicsKoch Media e Laboratorio Comunicazione abbiamo avuto l’occasione di intervistare Scot Amos, Studio Head di Crystal Dynamics, con il quale abbiamo discusso di Marvel’s Avengers, videogioco dedicato ai Vendicatori in uscita il 15 maggio del 2020 su PS4, Xbox One, Stadia e PC.

Oltre ad aver provato una demo inedita con protagonista Kamala Khan, di cui vi parleremo nel dettaglio a breve, abbiamo discusso con Amos delle radici fumettistiche del gioco, del ruolo della giovane Ms. Marvel, dei costumi, delle ambientazioni, delle tipologie di missioni e tanto altro ancora.

Stando alle parole di Amos, l’obiettivo principale di Marvel’s Avengers è quello di creare una storia unica e diversa (che si riflette anche sull’estetica dei personaggi), dando vita ad una nuova incarnazione dei Vendicatori molto più “personale” rispetto agli altri medium come film e fumetti, pur mantenendo una certa fedeltà al materiale cartaceo, l’ispirazione principale del team di sviluppo. Tutto questo supportato da nuovi contenuti gratuiti rilasciati dopo l’uscita come personaggi, costumi, mappe, missioni e altro ancora.

Di seguito l’intervista:

Questi personaggi sono tutti unici, ognuno ha delle abilità uniche. Quanto è stato difficile rappresentarli? Kamala ha le sue abilità ed il suo gameplay unico, proprio come Captain America o Iron Man; quanto è stato difficile rendere tutti questi personaggi unici e differenti?

Vince Napoli, il nostro Lead Combat Designer, è un vero genio nel combat system. Ha lavorato per anni per tantissime compagnie e giochi. Lui ed il suo team sono partiti dalla radice di ogni singolo eroe, Thor, Iron Man, Hulk, Kamala. Chi è questo personaggio? Come viene rappresentato nei fumetti, la nostra fonte principale? Come combattono, come volano, come si muovono?

Hanno portato questi personaggi dalle pagine dei fumetti al mondo del 3D. Abbiamo iniziato a prendere quello che ci interessava dal materiale originale, l’abbiamo ritoccato fin quando non ci è sembrato ottimo, quindi abbiamo realizzato storyboard, anche concept art per rappresentarlo. Lo abbiamo mostrato in uno dei video di Kamala, abbiamo sketch di come si muove, di come prende i personaggi e li lancia, abbiamo iniziato come per ogni cinematica, partendo dagli storyboard, poi abbiamo realizzato la motion Capture, e quindi gli animatori hanno realizzato tutte le sue abilità speciali, come ingrandisce il suo corpo, le sue mani, come si muove.

Siamo partiti da un’idea, “come deve muoversi, quali poteri deve avere questo personaggio?”, poi abbiamo fatto sketch, prototipi, definito il tutto con il team di combat designer e con Marvel, i nostri collaboratori. 

Abbiamo tratto beneficio da un’ottima collaborazione con loro, hanno provato le varie build di Marvel’s Avengers, ci hanno mandato video, a loro importa tantissimo di questi personaggi.

Siamo partiti da un’idea con un’immagine in 2D, quindi l’abbiamo animata, abbiamo realizzato effetti speciali, effetti sonori. Kamala nello specifico ha un grande senso dell’umorismo, parla spesso mentre combatte, anche quando diventa più grande, tutta la sua personalità prende vita durante gli scontri.

Da quello che hai detto, i fumetti sono la fonte di ispirazione principale per questi personaggi, non i film, non altre derivazioni.

Esatto, tutti gli 80 anni di storia Marvel. Siamo tornati anche ai design originali di Stan Lee e Jack Kirby, abbiamo studiato le loro evoluzioni nel corso degli anni. Questo è il beneficio di attingere a 80 anni di storia Marvel.

In questi 80 anni i personaggi sono evoluti anche in altri giochi, altri film, altre serie TV, anche altri fumetti, queste idee hanno ispirato il nostro team di grandi designer, grandi creatori, grandi artisti, e con questo abbiamo creato delle versioni originali che non sono mai state viste prima.

Sin dall’inizio Marvel ha chiesto qualcosa di nuovo. Volevano rispettare il classico, l’iconico, ma volevano anche qualcosa di nuovo e originale, ecco perché l’idea di Kamala è molto divertente. E’ stata introdotta soltanto 5 anni fa, molte persone non la conoscono, ma lei è una come noi…è una grande fan degli Avengers! Siamo partiti da qui, da una ragazza come noi che viene colpita dalle Nebbie Terrigene, ottiene i poteri e prova a far riunire gli Avengers. Lei è qui per unirli, è una ragazza che sta ancora cercando il suo posto del mondo, sta ancora cercando di capire chi è destinata ad essere, Kamala Khan oppure Ms. Marvel.

Kamala Khan sarà quindi il centro del gioco?

Il gioco viene raccontato dal punto di vista di Kamala Khan sin dall’inizio, lei trova il primo Avenger, ha missioni e storie per quel personaggio. Per esempio, quando hai Kamala ed Hulk, puoi lanciare nuove missioni per Hulk e puoi proseguire il percorso di Kamala, le Hero Mission per continuare la campagna. Le Hero Mission sono il modo in cui lei trova gli Avengers e li riunisce, mentre le War Zone Mission possono essere giocate in single player o in multiplayer.

Marvel's Avengers

Quindi, le War Zone Mission hanno una loro storia?

Fanno parte del mondo narrativo. Alcune avranno delle storie uniche, ad esempio potrebbero avere il simbolo della Vedova Nera e rappresentare una storia unica solo per lei. Qui potrai trovare costumi, equipaggiamenti e dettagli sulla storia unici. Quello che funziona in Marvel è che al centro di tutto c’è sempre la storia.

Per noi è bello avere le Hero Mission per costruire la campagna e far collaborare il creative director con il team di scrittori e le War Zone Mission che fanno comunque parte dello stesso universo, della stessa narrativa, con gli stessi eroi che dialogano di quello che sta succedendo nel mondo, che aggiungono qualcosa alla narrativa. Una volta che il gioco finisce, getta le basi per un determinato status. Non finisci il gioco, ma la campagna, ci saranno ancora minacce per il mondo, quindi continuerai a giocare mentre noi continueremo ad aggiungere nuovi eroi, nuovi mondi, nuove Hero Mission senza alcun costo aggiuntivo per gli anni a venire.

Per quanto riguarda la caratterizzazione, avete creato una vostra versione unica e personale dei vostri personaggi proprio come è stato fatto per un certo tessiragnatele in un certo gioco [Marvel’s Spider-Man di Insomniac], oppure è un misto tra le differenti incarnazioni dei vari personaggi con alcuni aspetti unici?

Abbiamo dato un occhiata all’intera storia Marvel, hanno fatto tantissimo, grandi idee, grandi costumi, ma anche i differenti media in cui sono comparsi questi personaggi. Sono tutte fonti d’ispirazione, ma noi abbiamo creato una versione da zero. Abbiamo creato anche i singoli dettagli, come lo scudo di Captain America, che ha una stella come in tutte le altre versioni, ma nel nostro caso è più grande dato che i Vendicatori si sono espansi nella West Coast e coprono una superficie maggiore dell’America. E’ comunque lo scudo di Cap, ma c’è una stella più grande, colori leggermente cambiati. E’ sempre Cap, ma ora è in una nuova storia e si nota anche da dettagli del genere.

Ci siamo ispirati a tutto quello che è stato fatto, tutto quello che abbiamo visto nell’Universo Marvel, ma è anche una storia originale, non è il gioco dei film, il gioco delle serie TV o il gioco dei fumetti, è una storia originale di come Kamala ottiene i suoi poteri, di come gli Avengers vengono banditi e poi si riuniscono.

Marvel è un collaboratore fantastico, conoscono molto bene ognuno di questi eroi ed i fan meglio di tutti gli altri. Conoscono bene tutto ciò che avrà grande risonanza. 

Ho visto il costume di Captain America di Secret Empire, è leggermente elaborato e diverso dalla versione cartacea, ma allo stesso tempo è molto fedele. Dal punto di vista del design, è stato difficile rappresentare questo tipo di costumi? Ci saranno anche costumi dei film, delle serie TV?

Posso dire che ci saranno tantissimi costumi, tutti quelli che riusciamo a fare in una vita. In 80 anni di storie puoi solo immaginare tutti i costumi che sono stati realizzati. Noi abbiamo deciso di fare le nostre versioni, design mai visti prima.

Continueremo a realizzare i costumi che le persone vogliono. E’ un modo divertente per celebrare questi eroi. L’idea è questa: questi sono i costumi che puoi ottenere nel gioco, questi sono quelli che puoi comprare solo nel marketplace. Continueremo ad aggiungere i costumi che chiedono le persone, adoriamo ascoltare i nostri fan. E’ una parte importante per rappresentare il passato dei personaggi, qualcosa di nuovo e tutto ciò che deve ancora venire.

Marvel's Avengers

Hai detto che per voi è importante ascoltare i fan. Quanto è stato importante il feedback delle persone, dei fan e del mondo di internet dopo la presentazione all’E3?

Tornando al 2013, abbiamo reimmaginato Lara Croft e i fan hanno esclamato “cosa diavolo le avete fatto, non porta neanche più gli shorts o le due pistole!”, ma loro non sapevano cosa stavamo facendo, non avevano visto il quadro completo, ma solo una prima immagine di Lara e non l’intera versione. Abbiamo cambiato la storia, le origini, attori, credo che i fan debbano abituarsi all’idea, passare da “non capisco” a “ora capisco, è la mia nuova Lara Croft” che posso modificare, gestire come voglio, quasi far parte del viaggio insieme a lei.

Nel caso di Marvel’s Avengers è molto simile, conosciamo questi eroi dai film, dai fumetti, dalle serie animate ed abbiamo pensato di realizzare un nostro design originale, dobbiamo far capire questo. E’ importante avere il tuo personaggio, avere la tua versione di Hulk, di Thor, di Iron Man.

Abbiamo ascoltato certamente la reazione dei fan, in molti hanno detto “non vedo l’ora di provarlo, voglio vedere personaggi mai visti prima con le loro mosse speciali, le loro abilità”, ma alcune persone erano preoccupate. Per noi va bene, capiamo le preoccupazioni. Uno dei motivi per cui siamo qui in questo press tour è per farlo provare alle persone, per far parlare il gioco. Lo capiamo, questo non è il gioco del film, della serie TV, questi sono 80 anni di storie, nuove idee originali, una storia originale che reimmagina questi personaggi come abbiamo fatto con Lara Croft. Questo è il messaggio importante che vogliamo mandare ai fan.

Sappiamo che Marvel’s Avengers sarà un gioco con tanti personaggi, abbiamo visto i Vendicatori, Ant-Man, quanti saranno più o meno?

Abbiamo visto Hank Pym. Ci saranno i 6 eroi giocabili, i 5 personaggi iconici più Kamala, ma ci sono tanti altri personaggi Marvel ed NPC sparsi per il mondo. Non abbiamo neanche parlato in maniera approfondita dei nemici e dei vari villain; ci saranno buoni e cattivi Marvel di cui parleremo nei prossimi mesi.

Durante l’E3 avete detto che ci sarà una sorpresa per i possessori di PlayStation, puoi dire altro?

Al momento potrete giocare alla Beta per PS4 in anticipo, ma ci saranno fantastiche sorprese.

L’Universo Marvel è vastissimo, la cosa grandiosa esplorata sin dall’inizio dei Fantastici Quattro è che non si limita alla terra. In Marvel’s Avengers esploreremo anche lo spazio?

Lo scoprirete giocando!

Per quanto riguarda la trama principale, avremo la possibilità di scegliere l’eroe da utilizzare, oppure il gioco sceglierà automaticamente il protagonista?

Entrambe. Nelle Hero Mission, la campagna principale, ci saranno missioni realizzate specificatamente per certi eroi. Ad esempio, nell’A-Day avrete solamente questi 5 eroi e basta, non ci sarà mai Kamala. Ci sono però Hero Mission su Hulk o su Iron Man in cui interpreterete per forza quel personaggio; altri eroi potrebbero comunque comparire, ma le missioni sono realizzate per questi eroi.

Per quanto riguarda le War Zone Mission, potranno essere giocate quando si vuole e tutti i vostri progressi verranno salvati simultaneamente. Quindi potrete giocare le Hero Mission, ottenere equipaggiamento e salire di livello, quindi le War Zone Mission, ottenere altro equipaggiamento e trasferire il tutto tra i due tipi di missioni, quindi farete progressi di continuo con i vostri eroi.

Le persone che stanno testando il gioco sbloccano le War Zone Mission, le giocano a lungo, quindi tornano alle Hero Mission ed affrontano la campagna. Fanno avanti e dietro, in alcuni casi senza accorgersene. La nostra idea è che le Hero Mission sono realizzate per concentrarsi su eroi specifici, mentre le altre per giocare con ogni eroe, sia single player che multiplayer.

Marvel's Avengers

Ringraziamo ancora Square Enix, Crystal DynamicsKoch Media Laboratorio Comunicazione per l’opportunità concessa e vi ricordiamo che Marvel’s Avengers uscirà il 15 maggio del 2020 su PS4, Xbox One, Stadia e PC.