IGN ha intervistato lo scrittore Mark Millar, autore della serie Civil War, che sarà fonte di ispirazione per il film Captain America: Civil War, in cui farà il suo esordio nel Marvel Cinematic Universe Spider-Man.

“Onestamente è stato un incubo Civil War; è la cosa più difficile che abbia mai scritto. Quasi non c’era piacere nel farlo. Scrivere qualcosa che dovrai spiegare a 40 differenti team creativi, ‘Va bene, lo lascerò qui per un mese, se avete modo di partire da qui’, e io a mandare mail a tutti questi scrittori e leggere tutti i loro script, e tutto era in disordine… Tutti erano in ritardo con i loro testi, gli albi uscivano in ritardo, anticipando cose troppo presto”.

Millar, poi, si concentra su come le sue opere hanno avuto un forte impatto sul Marvel Cinematic Universe. Ci rivela che l’iniziale design del Nick Fury dell’Universo Ultimate fosse più vicino alla figura di Morgan Freeman che non a quella di Samuel L. Jackson, e che solo alla fine Bryan Hitch ha scelto il look più simile all’attore che lo interpreta

L’autore ha poi parlato del ruolo di Spiderman nel film Civil War

“Non credo che dovranno cambiare molte cose, soprattutto ora che hanno la possibilità di utilizzare il personaggio di Spider-Man. È divertente perché molte persone mi dicevano che non avrebbero fatto Civil War senza l’Uomo Ragno, ma se poi vediamo bene, in Civil War compare appena in sei pagine”.