Il regista di Man-Thing: La natura del terrore (2005) ha ricordato l’importante contributo dato da Kevin Feige al film horror.

Il successo dei Marvel Studios è dato da moltissimi fattori: registi, personaggi, storie, attori e, soprattutto, un singolo uomo che ha iniziato come semplice produttore ma che ha scalato le gerarchie fino a diventare il presidente della compagnia nonché Chief Creative Officer della Casa delle Idee: Kevin Feige. Il suo lavoro ha cambiato inevitabilmente il genere supereroistico e, più in generale, l’industria dell’intrattenimento. Dopo aver svolto il ruolo di produttore associato per X-Men (2000) e aver lavorato come produttore esecutivo di numerosi film tratti dai fumetti Marvel, Feige venne nominato presidente dei Marvel Studios, diventando nel giro di pochi anni uno dei produttori più importanti nella storia del cinema grazie al successo senza precedenti dell’Universo Cinematografico Marvel.

Durante il commento di Man-Thing: La natura del terrore organizzato da ComicBook.com, il regista Brett Leonard ha parlato per la prima volta del contributo di Kevin Feige, che ricoprì il ruolo di produttore esecutivo sul disastroso film distribuito da Sci Fi Channel nel 2005. In particolare, il regista ha ricordato con affetto l’enorme supporto ricevuto dal produttore e le piacevoli conversazioni via mail riguardanti il lavoro svolto sulla pellicola:

“In realtà [Kevin Feige] fu una delle maggiori fonti di energia e di supporto perché, quando inviavo il materiale girato, lo apprezzava sempre. Adorava il modo in cui muovevo la telecamera. È stato davvero molto di aiuto. Era una gran brava persona. Era un uomo molto dolce, e lo è tuttora. Il suo successo è meritato. È stato un dirigente fantastico con cui lavorare.”

Ho ricevuto delle email straordinarie da lui, che si complementava con me per il movimento della telecamera. Quindi penso sempre ‘Beh, ecco qua. Ho qualcuno alla Marvel che ha apprezzato questo film.’ Perché questo film, ripeto, rappresenta un’anomalia nell’Universo Marvel. Il modo in cui è stato fatto, il budget con cui è stato fatto, il processo di scrittura e in che modo è cambiato. Tutte quelle cose erano uniche in questo film.”

Ricordiamo che Man-Thing – La natura del terrore (2005), scritto da Hans Rodionoff e diretto da Brett Leonard, vede nel cast Matthew Le Nevez (Sceriffo Kyle Williams), Rachael Taylor (Teri Elizabeth Richards), Jack Thompson (Frederic Schist), Conan Stevens (Man-Thing), Rawiri Paratene (Pete Horn), Alex O’Loughlin (Eric Fraser), Steve Bastoni (Rene LaRoque), Robert Mammone (Mike Ploog), William Zappa (Gerber), Patrick Thompson (Jake Schist), John Batchelor (Wayne Thibadeaux), Ian Bliss (Rodney Thibadeaux) e Brett Leonard (Val Mayerick).

Man-Thing Kevin Feige

Questa la sinossi ufficiale:
Alcuni uomini, che lavorano per un magnate del petrolio e sono intenti a trivellare una vecchia palude, cominciano a scomparire, insieme ad alcuni abitanti del luogo. Lo sceriffo teme che qualcosa di soprannaturale possa essere all’opera.